Palestina

Palestina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580

In rilievo

Motore di ricerca in
RSS logo
Testimonianze

«I giocattoli che uccidono»

1 settembre 2006
Fonte: Il Manifesto (http://www.ilmanifesto.it)

«Ci hanno lasciato giocattoli che ci uccideranno», ha raccontato al Times di Londra Hassan, 10 anni, proveniente dal villaggio di Hala Jaber, in ospedale per una grave ferita all'addome causata dallo scoppio di una cluster bomb. Sua cugina Sikna, 12 anni, aveva visto un oggetto piccolo, rotondo e metallico, con una qualcosa che sembrava una sigaretta alla fine, e quando i suoi cugini le hanno detto che poteva essere una bomba, l'ha gettata via spaventata.
«Hassan ha fatto un volo di due o tre metri e io sono volata dall'altra parte». «Il mio intestino è uscito fuori e io lo tenevo in mano e correvo urlando Allahu-Akbar (Dio è grande)», ha raccontato Hassan.
In un altro villaggio, nella zona di Blida, i bambini hanno raccontato di aver visto, mentre giocavano, «qualcosa che assomigliava a una bottiglia di profumo». Abbas, di 6 anni, l'ha raccolta ma «è cominciato a uscire fumo così l'ha buttata», ha raccontato al "Daily Star" Ahmad Shibli, 13 anni, anche lui in ospedale per ferite ai piedi e alle mani.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)