Palestina

Palestina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)

In rilievo

Motore di ricerca in
RSS logo
Christian Peacemaker Team - Hebron, 30 Ottobre 2003

Riflessione: Immagini dell'Occupazione

Ho visto molte immagini che resteranno con me quando sarò tornato negli
Stati Uniti, dopo essere stato volontario con il Cpt negli ultimi 4 mesi.
Come un caleidoscopio, offrono una serie di vedute sull'occupazione e sulle
persone che vivono qui. Qui sono alcune di quelle immagini.
3 novembre 2003 - Paul D. Pierce

Una volta che arrivi sul suolo d Israele e lasci l'atterraggio di Tel Aviv,
una poco amichevole persona della sicurezza mi compare innanzi. Questo è
particolarmente vero se tu sei una persona di colore o sei di origine Medio
Orientale. Essi ignorano quelle che sono vistosamente ebree [religiosi
praticanti,ndr] ma balzano su di me immediatamente, domandandomi, "perché
sei in Israele?" che non ci si stupisca se nessuno viene mai qui! L'
estendersi disordinato degli insediamenti illegali israeliani che dominano
le cime delle colline della West Bank e di Gerusalemme che crescono come
funghi anno dopo anno e inglobano sempre più terra palestinese. Sempre
aumentano le strade di sicurezza, i confini sorvegliati e i cancelli intorno
a queste enclave.

La rabbia, le lacrime e l'angoscia al funerale del
fotoreporter palestinese Mazen Dana, che è sopravvissuto alle botte, gli
spari e anni di molestie dell'esercito israeliano, solo per essere colpito e
ucciso mentre riprendeva vicino a Bagdad, Iraq, da soldati americani. Noi
ancora non possiamo credere che il nostro caro amico è andato.
La paura negli occhi dei bambini quando all'inizio mi hanno visto alla
sorveglianza della scuola alla mattina e nel chiedersi se io ero un colono
israeliano. Il rallegrarsi e il sorriso quando ho parlato con loro dicendo,
"Buon Giorno" o "La Pace di Dio sia con voi", in Arabo. Loro sono il futuro
e io prego per la loro salvezza.

Il dolore e la sofferenza di tutti coloro che sono morti tramite
bombardamenti, assassini, attentati suicidi, demolizioni di case, confisca
delle terre, sradicamento di olivi, uva e raccolti di datteri ad opera dell'
esercito d'Israele o dei coloni. Il mio cuore duole per ognuno di loro.
Pieni di paura i soldati israeliani pattugliano la città vecchia di Hebron,
con fucili pronti all'uso, avendo la sensazione che in ogni istante, uno
sconosciuto nemico li possa attaccare.

La paura di questi diciottenni e ventenni è palpabile e la sento quando
passo vicino a loro con i membri del CPT. Riconosco l'origine di questa
paura e spero che loro si salveranno. La gioia dell'adorazione con i membri
del CPT, congregazioni a Gerusalemme e gli incontri di Amicizia in Ramallah
sono fondamentali per il nostro lavoro. Sono riconoscente per il nostro
senso di comunità e mi chiedo come si sostengono gli altri gruppi senza
questa Ancora. Il pianto, l'angoscia e la rabbia delle famiglie palestinesi,
che hanno visto le loro case demolite dall'esercito israeliano per un motivo
qualsiasi, continuano ad ossessionarmi. Tale distruzione immotivata alleva l
'odio e pianta un seme di vendetta, questo sicuramente avvelena i cuori
delle giovani e vecchie vittime, indistintamente. Ho paura per il loro
futuro. La felicità e il clima di festa che circonda la cena con una
famiglia palestinese che da dal loro cuore e ripartisce dal loro senso di
ospitalità.

Essi che continuano l'umanità nonostante la perdita, l'occupazione e il
terrore, sono un motivo inspiratore per me. Mai come da Hebron, io ritorno
con un altra capacità di continuare il lavoro per la pace e la giustizia.
Queste immagini offrono una visione fugace della vita qui. Vieni e vedi
questo da te. Ti arricchirà e ispirerà come ha fatto con me.
Salaam e Shalom

Il Christian Peacemaker Teams è un'iniziativa ecumenica per sostenere gli
sforzi di riduzione di violenza nel mondo. Per sapere di più circa il lavoro
di peacemaking del CPT, visita il nostro sito internet: http://www.cpt.org.
Le foto dei nostri progetti possono essere osservate su: www.cpt.org/gallery

Note:

Traduzione a cura di Operazione Colomba - Corpo Nonviolento di Pace -
Comunità Papa Giovanni XXIII
www.operazionecolomba.org

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)