Palestina

Palestina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580

In rilievo

Motore di ricerca in
RSS logo

UN MURO ISOLA BETLEMME

UN MURO ISOLA BETLEMME

Marco Malagola, francescano

Appello urgente! Preghiamo intervenire

- attraverso il proprio governo;

- l'ambasciata d'Israele del proprio Paese;

- direttamente al governo di Israele;

Le autorità militari israeliane hanno deciso di separare i Territori palestinesi da Israele con l'erezione di un lungo muro che attraversa tutto il Paese. I lavori di costruzione hanno raggiunto Betlemme. In seguito a questa decisione una sessantina di famiglie cristiane in prossimità della Tomba di Rachele, santuario ebreo all'entrata di Betlemme, sono state come cintate, isolate e private di servizi sociali a causa del muro di 8 metri di altezza che isolerà Betlemme sia da Gerusalemme che dagli altri Territori.

Noi ci appelliamo a tutti i cristiani e non cristiani del mondo e diciamo, prima che sia troppo tardi:

1) intervenire in qualunque modo e con ogni mezzo al fine di salvaguardare la città di Betlemme dove ognuno possa recarsi a pregare e vivere in pace;

2) Fare pressione sulle Autorità israeliane al fine di arrestare la costruzione del muro all'entrata della santa città del Natale, la città di Betlemme.

Gli abitanti di Betlemme, particolarmente i cristiani, che già subiscono i gravissimi disagi di una pesante occupazione, si vedono ora ancor più isolati e minacciati da ogni genere di restrizioni e difficoltà al punto che molti di essi sono costretti ad abbandonare il Paese. Essi lanciano a voi il loro accorato appello di solidarietà. E' un grido di SOS.

°°°°°°°°°°°

Ecco un testo che potrebbe essere formulato in questo modo:

Signor…

Ci appelliamo a Lei al fine di fare pressione sul governo israeliano perché arresti e sospenda la costruzione del muro attorno alla Tomba di Rachele all'entrata di Betlemme dove una sessantina di famiglie cristiane verrebbero cintate, isolate e private dei servizi sociali. Tali famiglie sarebbero inoltre isolate sia dalla città di Betlemme che da Gerusalemme nonché dagli altri Territori. E' urgente intervenire perché si trovi una ragionevole sistemazione a queste famiglie che già subiscono i gravissimi disagi di una pesante occupazione in modo che possano usufruire di una certa libertà di movimento senza eccessive restrizioni.

Un appello al Capo del governo israeliano, in inglese, potrebbe essere così indirizzato:

Mr. Prime Minister Ariel Sharon,

We wish to appeal to you to stop encirclement of sixty Christian families as a result of the construction of a wall near Rachael's Tomb in Bethlehem. These families are being encircled, isolated and deprived of all services, and have only a small entrance, through an eight/meter high wall, that will also isolate the city of Bethlehem from Jerusalem and the other Territories. We urge you to intervene and to find a suitable solution for these families so that they can move freely and without excessive restrictions.

H.E. Mr. Ariel Sharon

Prime Minister

Office of the Prime Minister

3 Kaplan Street - P.O. Box 187

Kiryat Ben Gurion

91919 Jerusalem, Israel

Fax +972.2.6512631

e-mail: rohm@pmo.gov.il

APPEAL

To the Most Rev.d Presidents of Bishops Confe-rences

This is an urgent appeal!

Please, do whatever you can:

- through your own Government,

- with the Israeli Embassy in your Country,

- with the Israeli Government itself.

A wall isolates Bethlehem

The Israeli military authorities have taken the decision to separate the Palestinian Territories from Israel by a long wall passing through the whole Country. Works have now reached Bethlehem.

Because of this Israeli decision, sixty Christian families, near Rachel's Tomb, at the entrance of Bethlehem, are being encircled, isolated and deprived of all services, and have only a small entry, through an eight-meter high wall, that will also isolate the city of Bethlehem from Jerusalem and the other Territories.

We address this urgent appeal also to all the Chri-stians in the world:

Please,

Before it is too late, do something to leave Bethlehem a city where one can go, pray and live in peace; convince the Israeli Authorities to stop this measure of building the wall at the entrance of the very holy city of Christmas, the city of Bethlehem!

The inhabitants of Bethlehem and particularly the Christians, seeing themselves closed in, threatened by serious hardship to the point where some of them may feel constrained to leave the country, appeal to you! This is an S.O.S. cry!

From Jerusalem, on the 24th Februay 2003.

The Latin Patriarch Michel Sabbah, The Custos of theHoly Land

Fr. G¡ovanni Battistelli OFM

Mr. Prime Minister Ariel Sharon,

We wish to appeal to you to stop encirclement of sixty Christian families as a result of the construc-tion of a wall near Rachael's Tomb in Bethlehem.

These families are being encircled, isolated and deprived of all services, and have only a small en-trance, through an eight/meter high wall, that will also isolate the city of Bethlehem from Jerusalem and the other Territories. We urge you to intervene and to find a suitable solution for these families so that they can move freely and without excessive res-trictions.

The Franciscans of the Holy Land

H.E. Mr. Ariel Sharon

Prime Minister

Office of the Prime Minister

3 Kaplan Street - P.O. Box 187

Kiryat Ben Gurion

91919 Jerusalem, Israel

Fax +972.2.6512631

e-mail: rohm@pmo.gov.il

President George W.Bush

The White House

1600 Pennsylvanian Avenue

Washington, DC 20500

Fax (202) 456-2461

E-mail: president@whitehouse.gov

Secretary of State Colin Powell

U.S. Department of State

2201 C Street, NW

Washington, DC 20520

Fax: (202) 261-8577

E/mail: secretary@state.gov

Australia

Embassy of Israel

Camberra, A.C.T. 2600

6 Turrana Street, Yarralumla

E-mail: Camberra@israel.org

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)