Citizen science

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    Una proposta: le biobanche come autodifesa dei cittadini

    10 settembre 2016 - Alessandro Marescotti (Presidente di PeaceLink)

    Una proposta: le biobanche come autodifesa dei cittadini


    --- CERVELLI INQUINATI
    Partiamo da una delle ultime notizie che ha scosso la comunità scientifica internazionale e l'opinione pubblica. Quella che attesta la penetrazione di nanoparticelle di magnetite nel cervello.
    Ecco un link:
    Smog nel cervello, "Così l’inquinamento contamina i neuroni"

    http://www.repubblica.it/salute/ricerca/2016/09/06/news/particelle_di_inquinamento_scoperte_nel_cervello-147262925/


    --- RISCHIO ALZHEIMER
    Questa è una ricerca molto importante. Emergono scoperte sul tessuto cerebrale di persone che vivono in aree molto inquinate. "Potrebbero essere collegate all'Alzheimer", dice l'articolo.


    --- NANOPARTICELLE E COMBUSTIONI
    Tutto ciò ripropone il tema delle nanoparticelle di cui ci occupammo dieci anni fa segnalammo gli studi della dottoressa Gatti sulle esplosioni con uranio impoverito che producono qualcosa di ancora più piccolo del particolato ultrafine. E' un particolato che riesce a passare le barriere biologiche interne all'organismo umano, penetrando anche nel cervello. 
    Leggete qui per averne un'idea http://www.peacelink.it/editoriale/a/15248.html
    Ovunque si verificano combustioni ad altissime temperature vi è il rischio delle nanoperticelle.


    --- BIOBANCHE E TESSUTI CONTAMINATI
    Colgo l'occasione per introdurre una questione che credo sia collegata e pertinente.
    Vorrei che venisse promossa una campagna nazionale per ottenere le cosiddette BIOBANCHE che conservino campioni di liquido amniotico, placenta e cordone ombelicale, invece di gettarli. 
    Una biobanca che conservi i tessuti asportati con operazioni chirurgiche, ad esempio quelli con cellule tumorali.
    Una biobanca che conservi liquidi biologici come il sangue e l'urina degli operai potenzialmente esposti a produzioni cancerogene, genotossiche o neurotossiche.  

     

    --- BIOBANCHE E DIRITTI 
    Ognuno potrebbe sapere in tal modo, se lo desidera o se ve ne fosse la necessità, anche dopo anni e anni, il tipo di inquinamento che è penetrato durante la gravidanza nell'embrione e nel feto. O durante il ciclo di vita. O durante la vita lavorativa. E si potrebbero mettere sotto accusa le sorgenti di tali nanoparticelle, ad esempio centrali a carbone, cementifici, acciaierie, ecc. Le biobanche potrebbero essere una garanzia anche per i militari che vengono esposti a sostanze spesso tossiche. Il materiale biologico contenuto nelle biobanche si presta a fare analisi plurime e mirate, anche a anni e anni di distanza, per avere uno sguardo retrospettivo e dei preziosi dati di comparazione. Le biobanche possono garantire i diritti.


    --- COSA E' UNA BIOBANCA
    Una definizione di biobanca la troviamo qui: https://it.wikipedia.org/wiki/Biobanca
    Già in Italia vi sono delle linee guida per l'istituzione e l'accreditamento delle biobanche: http://presidenza.governo.it/biotecnologie/documenti/7.biobanche.pdf


    --- PROVOCARE IL DIBATTITO, DIFENDERE I CITTADINI
    Le biobanche si possono fare: chiediamole, provochiamo un dibattito, facciamo emergere il problema.
    Costruiamo una strategia: le biobanche come autodifesa dei cittadini.




    Note:

    Sostieni PeaceLink, versa un contributo sul c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto (TA)

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies