Conflitti

Giornalista arabo arrestato da truppe GB

Un corrispondente d’Al Jazeera detenuto a Basra (Bassora)
21 aprile 2003
Rosarita Catani

Un corrispondente d’Al Jazeera Mohammad Al-Savel Mohsen è stato trattenuto
dalle Forze britanniche nella città di Basra, la domenica di Pasqua, dove
era stato inviato per i reportage sulla guerra.

Il corrispondente d’Al Jazeera stava preparando un reportage nell’area di
Tanouma sulla riva est del Fiume Shatt Al Arab, quando due soldati inglesi
gli hanno chiesto la tessera ed il permesso.

Mohsen chiede al soldato Brittanico “come mai sei così furioso” dopo che
lui ha letto il permesso, rilasciato dal Ministero dell’Informazione
Iracheno. Il soldato non risponde e gli confisca la camera.

Il corrispondente d’Al Jazeera riferisce che è la terza volta che è
tormentato dai soldati inglesi.

Le armi erano puntate su Moshen e sul suo autista. Il corrispondente d’Al
Jazeera riferisce, inoltre che il soldato inglese ha testualmente
dichiarato”Noi trattiamo solo con i giornalisti che accompagnano la
coalizione di forze”.

I soldati inglesi hanno scortato il giornalista ed il suo autista fino al
campo militare britannico dove un soldato che parlava in lingua araba
diceva loro di non lavorare assolutore in quell’area e di non divulgare
notizie.

Moshen riferisce inoltre che i soldati inglesi continuavano a chiedergli da
quanto tempo era in Iraq e da quanto lavorava per Al Jazeera.

In quel campo Moshen è stato rilasciato dopo tre ore.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.27 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)