Conflitti

COMUNICATO STAMPA U.N.A.C. 12 Maggio 2004

Noi crediamo alla vedova di Massimiliano Bruno.

16 maggio 2004
Il Segretario Generale Nazionale dell'Unac Antonio SAVINO
Fonte: sito ufficiale UNAC(Unione Nazionale Arma dei Carabinieri - http://www.unionecarabinieri.it - 12 maggio 2004

I Carabinieri dell'UNAC (Unione Nazionale Arma Carabinieri) sono in perfetta sintonia con le affermazioni della vedova del
collega Massimiliano Bruno, sulle "torture" perpetrate in Iraq.
Anche presso la Call Center dell'Unac, attivata dopo la strage di Nassirya, giungevano notizie da militari in Iraq o
rientrati in Italia, di vero caos circa maltrattamenti o "particolari" trattamenti nei confronti delle persone arrestate che
venivano consegnate agli Inglesi ed alla polizia Irakena e rinchiusi in quelle Galere.
L'UNAC invita tutti i Colleghi, rientrati in Patria, che sappiamo conoscono la verità, a parlare , ed a non lasciare sola la
vedova Bruno, oggi abbandonata
dall'Arma e dallo Stato, ed offesa nel suo dolore, da chi nega di conoscere.
L'unico modo per onorare i colleghi caduti, è quella di raccontare la pura e vera realtà conosciuta in Iraq, in tutti i
sensi, sapendo che solo la buona sorte ha permesso a molti di riabbracciare i propri cari, ciò che purtroppo ad altri, che
sappiamo mandati allo sbaraglio, non è stato più possibile.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.20 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)