Cultura

Lista Cultura

Archivio pubblico

"La generazione rubata" un film di Phillip Noyce

Tre ragazzine aborigene vengono sottratte con la forza alle loro famiglie, per essere "rieducate" ed inserite nella societa' dei bianchi... ma, fortunatamente, riusciranno a fuggire...
15 gennaio 2005

La storia narrata nel film, e' purtroppo una storia vera! In Australia, negli anni 30, il governo cerco' (nel modo piu' sbagliato, piu' illogico e piu' assurdo) di trovare una "soluzione" a quello che, secondo i bianchi, era il problema degli aborigeni; i bambini originari dell'Australia venivano tolti alle loro famiglie e portati in appositi centri, per essere "rieducati"! Questa "soluzione" cosi' profondamente razzista creo' un solco fra aborigeni e bianchi che dura ancora oggi...

Articoli correlati

  • I miliardari del gruppo italiano Riva potrebbero chiudere il loro più grande stabilimento
    Ecologia

    I miliardari del gruppo italiano Riva potrebbero chiudere il loro più grande stabilimento

    Una delle famiglie più ricche d’Europa sta fronteggiando una potenziale catastrofe dopo essere stata accusata di immettere nell'aria delle tossine che provocano il cancro ed avere visto confiscati quasi 2 miliardi di dollari in beni da parte di un giudice italiano
    26 gennaio 2013 - Kambiz Foroohar e Chiara Remondini
  • Il Pacifico impegno di Obama: dalla Libia all’Iran mette le basi in Australia
    Disarmo
    il lancio di un missile potrebbe provocare un vero e proprio contrattacco con forze nucleari strategiche

    Il Pacifico impegno di Obama: dalla Libia all’Iran mette le basi in Australia

    gli sforzi per impedire all'Iran di acquisire armi nucleari potrebbero provocare reazioni pericolose, incluso il perseguimento del paese di altri sistemi di armi non convenzionali
    19 novembre 2011 - Rossana De Simone
  • Antidepressivi a bambini di meno di un anno
    Sociale
    USA, Canada e Australia dettano la linea internazionale in materia

    Antidepressivi a bambini di meno di un anno

    In Australia cresce l’allarme: più di quattromila “depressi” hanno meno di 10 anni, ed oltre cinquecento hanno meno di 5 anni. “Prescizioni inquietanti”, dichiara il portavoce del Royal Australian College of Physicians. Prof. Costa (Policlinico Umberto I°): “Stanno avvelenando i bambini, modificandogli in modo irreversibile il sistema nervoso, questi colleghi sono incoscienti e pericolosi”
    9 dicembre 2008 - Giacomo Alessandroni
  • CyberCultura

    Sei un pirata australiano? Ti processano negli USA

    Le lobby delle major mettono a segno un colpo decisivo: trionfa il principio del copyright globale con una estradizione che suscita perplessità tra gli addetti ai lavori e rabbia in rete
    8 maggio 2007 - Luca Annunziata
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)