CyberCultura

Taiwan promuove l'Open Source

Per incrementare la sua autonomia su prodotti software e per ridurre i costi, Taiwan stanzierà tre milioni e mezzo di dollari per la promozione del software Open Source nel 2004.
28 ottobre 2003
Linux Help

L'Industrial Development Bureau, Sotto il Ministero dell'Economia, di concerto con l'IT think tank del governo, l'Institute for the Information Industry (III), ed anche la Taipei Computer Association, lavoreranno insieme su questo progetto. "Il nostro obiettivo è quello di renderci indipendenti da Microsoft, e poter fornire scelte differenti ai nostri clienti" ha dichiarato Wu Lieh Neng, consulente della Taipei Computer Association.
Oltre il 90% dei computer presenti in Asia, utilizza Windows e quindi le aziende sono costrette a comprare i suoi prodotti, innalzando i costi.
Secondo uno studio della Market Intelligence Center (MIC), solo il 10% dei server utilizza OSS, e solo lo 0.2% dei sistemi desktop.
L'obeittivo del governo è passare al 30% dei server ed al 5% dei PC che utilizzino OSS, entro il 2007.

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)