Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

BOZZA DI RISOLUZIONE

Effetti dell'uso di armamenti e munizioni contenenti uranio impoverito

L'assemblea generale

Ispirata agli scopi e principi della Carta delle Nazioni Unite e delle regole del diritto umanitario internazionale,

Decisa a promuovere il multilateralismo come strumento fondamentale nella conduzione dei negoziati per il controllo delle armi e per il disarmo,

Convinta che, siccome il genere umano e' piu' consapevole della necessita' di prendere misure immediate per la protezione dell'ambiente, qualsiasi evento che possa mettere a rischio questi sforzi debba essere affrontato con urgenza in modo da introdurre le contromisure adeguate

Tenendo in considerazione i potenziali effetti nocivi per la salute e per l'ambiente dovuti all'uso di armamenti e munizioni contenenti uranio impoverito

1. Richiede al Segretario Generale di esplorare le opinioni degli Stati Membri e delle organizzazioni internazionali di rilievo sugli effetti dell'uso di armi e munizioni contenenti uranio impoverito, e di produrre un rapporto su questo argomento da presentare all'Assemblea Generale nel corso della seduta 63;

2. Decide di introdurre nell'ordine del giorno provvisorio della 63-esima seduta il punto intitolato "Effetti dell'uso degli armamenti e delle munizioni contenenti uranio impoverito"

Note: 62-esima sessione
Primo Comitato
Punto all'ordine del giorno N. 98
Bozza di risoluzione presentata dall'Indonesia, per conto degli stati membri delle Nazioni Unite che fanno parte del Movimento dei Paesi Non-Allineati.

Traduzione a cura di Francesco Iannuzzelli per PeaceLink

Articoli correlati

  • Gli Stati Uniti d’Europa per la pace in Ucraina e nel mondo intero
    Europace
    Sull'aggressione militare russa in Ucraina

    Gli Stati Uniti d’Europa per la pace in Ucraina e nel mondo intero

    Di fronte a una possibile escalation che può far scoppiare una terza guerra mondiale l’UE deve chiedere l’immediato cessate il fuoco in Ucraina, la costituzione di corridoi umanitari e l’invio di Caschi blu dell’Onu come forza di interposizione e di aiuto umanitario.
    11 marzo 2022 - Nicola Vallinoto
  • ONU: "Taranto zona di sacrificio, una macchia sulla coscienza collettiva dell'umanità"
    Ecologia
    Rapporto “The right to a clean, healthy and sustainable environment: non-toxic environment”

    ONU: "Taranto zona di sacrificio, una macchia sulla coscienza collettiva dell'umanità"

    L'ONU scrive: "Le zone di sacrificio spesso sono create dalla collusione di Governi e imprese. L'acciaieria Ilva di Taranto, in Italia, da decenni compromette la salute delle persone e viola i diritti umani".
    18 febbraio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Dichiarazione ONU sul diritto alla pace del 19 dicembre 2016
    Pace
    La lista di come hanno votato tutte le nazioni su quella risoluzione delle Nazioni Unite

    Dichiarazione ONU sul diritto alla pace del 19 dicembre 2016

    L'Assemblea Generale dell'ONU in quella data ha approvato la dichiarazione sul diritto alla pace (Risoluzione A/C.3/71/L.29 "Declaration on the Right to Peace") con 131 favorevoli, 34 contrari e 19 astenuti. Gli USA hanno votato contro da dichiarazione sul diritto alla pace. L'Italia si è astenuta.
    12 dicembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Unep–Fao: ogni dollaro investito in ripristino della natura ne porta 30 di benefici
    Ecologia
    ONU, 2021-2030 dedicato al ripristino degli ecosistemi

    Unep–Fao: ogni dollaro investito in ripristino della natura ne porta 30 di benefici

    La situazione è grave, il nostro pianeta sempre più inquinato, in forte crescita l’uso di plastica, prodotti chimici e pesticidi. La pandemia ha intensificato il rilascio di rifiuti nell’ambiente.
    29 giugno 2021 - Maria Pastore
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)