Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Frattini ha risposto: "Preferiamo che ci sia un annuncio americano".

Sesta Flotta Usa a Taranto: le reticenze del governo

Il ministro degli Esteri Franco Frattini non smentisce le notizie secondo cui la Sesta flotta Usa potrebbe lasciare Napoli.
25 febbraio 2004
Redazione PeaceLink
Fonte: Reuters 25-2-04

OITTP-FRATTINI-SESTA-FLOTTA Nato, Sesta flotta forse via da Napoli, Frattini non smentisce

ROMA (Reuters)

Il ministro degli Esteri Franco Frattini non smentisce le notizie secondo cui la Sesta flotta Usa potrebbe lasciare Napoli, nell'ambito di una ridislocazione delle forze Nato che porterà esponenti italiani a posizioni di vertice nell'Alleanza atlantica.

Intervistato da Reuters, alla domanda se ci sia la possibilità che la Sesta
flotta lasci il capoluogo campano Frattini ha risposto: "Preferiamo che ci
sia un annuncio americano", aggiungendo che comunque "Napoli non sarà
abbandonata". "Credo che il ridispiegamento parziale verso est sia logico,
rispondente alla logica di un'attenzione al Mediterraneo orientale o a Paesi
strategici come la Turchia", ha spiegato, precisando di avere "partecipato a
una discussione molto ampia con gli Stati Uniti sulla ridislocazione delle
forze Nato". Secondo Frattini, tra i membri storici della Nato "l'Italia
esce con un risultato tra i migliori: mantiene una forte presenza di forze
Nato e forze Usa, e soprattutto accede a quella rotazione nelle posizioni di
comando apicale di alcune direzioni Nato che finora non avevamo". Nei giorni
scorsi si era parlato di un trasferimento della Sesta flotta da Napoli a
Taranto, una notizia smentita da fonti militari Usa.

Note: La Reuters ha raccolto dichiarazioni imbarazzate. Ma il dato ufficiale oggettivo è che la mappa del Pentagono che PeaceLink ha scaricato da www.defenselink.mil prevede un solo comando HRF Nato per la Us Navy nel Mediterraneo: Taranto. Ecco perché il governo italiano non vuole parlare.

Articoli correlati

  • Open Data, citizen-science e ambientalismo
    Citizen science

    Open Data, citizen-science e ambientalismo

    L'esempio di PeaceLink a Taranto e possibili campagne in Sicilia
    12 giugno 2019 - Francesco Iannuzzelli
  • Ecologia

    Siti più inquinati d'Italia: da Sentieri e Inail i numeri di drammatiche bombe sanitarie

    Taranto, Terra dei Fuochi, Brescia, Livorno, Sicilia, Bussi e tanti altri. Il quinto rapporto Sentieri e quello dell'INAIL sulle malattie professionali nei siti di interesse nazionale documentano la mappa di un’Italia avvelenata e devastata in cui aumentano le malattie più gravi
    10 marzo 2020 - Alessio Di Florio
  • Lettera per l'adozione morale dell'iniziativa contro l'inquinamento
    Ecodidattica
    Cittadinanza attiva e accompagnamento educativo

    Lettera per l'adozione morale dell'iniziativa contro l'inquinamento

    Il comitato organizzatore della fiaccolata in ricordo delle vittime dell'inquinamento sta invitando le scuole ad adottare moralmente l'iniziativa. Ieri il Collegio dei Docenti dell'IISS Righi, scuola capofila della rete Ecodidattica, ha approvato l'adozione morale dell'iniziativa.
    20 febbraio 2020 - Alessandro Marescotti
  • La roulette russa a Taranto
    Editoriale
    Un video ideato per la manifestazione contro l'inquinamento a Taranto del prossimo 26 febbraio

    La roulette russa a Taranto

    Il nuovo video del regista Giuseppe Giusto dura appena due minuti ma è un vero e proprio colpo allo stomaco. Tra l'estremo e il paradossale, ci scaraventa dentro il dramma dell'inquinamento partendo dall'immagine di una pistola puntata alla tempia e dalla metafora della roulette russa
    16 febbraio 2020 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)