Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

L'inizio della fine delle armi nucleari

Adesso anche in italiano il film-documentario "The Beginning of the End of Nuclear Weapons"
1 luglio 2019

Il film-documentario adesso in italiano Era un'idea nata un anno fa al fine di documentare la storia del TPNW, il Trattato per la proibizione delle armi nucleari. E alla fine concretizzata in un film-documentario, la cui versione in lingua originale è stata presentata a Santiago del Cile nel maggio scorso (vedi link nelle note), mentre la versione inglese ha avuto la sua "prima" lo scorso giugno a New York.

Adesso Tony Robinson, co-direttore dell'agenzia giornalistica Pressenza e coautore del lavoro assieme a Alvaro Orus, dà l'annuncio che è stata completata la traduzione e il doppiaggio in italiano della pellicola. A Milano il prossimo 9 luglio la sua "prima" qua in Italia.  E’ poi possibile fin d’ora prenotare ulteriori proiezioni del film, distribuito in modo totalmente gratuito, contattando Silvio Bruschi silvio1959@gmail.com

Riportiamo dalla pagina Youtube che Pressenza ha dedicato al trailer:

"Questo documentario evidenzia gli sforzi fatti per trasformare il trattato per vietare le armi nucleari in legge internazionale e il ruolo della Campagna Internazionale per Abolire le Armi Nucleari, ICAN, è raccontato tramite le voci di attivisti di spicco di diverse organizzazioni e paesi oltre al Presidente della conferenza ONU di negoziazione.

Questo documentario di 56 minuti trasporta lo spettatore attraverso una breve storia della bomba e dell’attivismo anti-nucleare che ha lottato per eliminarla fin dalla sua invenzione. Si sviluppa tra le iniziative umanitarie che hanno sfidato con successo la narrazione dominante della sicurezza e i passi storici che sono stati percorsi fin dal 2010 per trasformare il trattato da sogno a realtà. Infine, il film mostra quello che può essere fatto da ognuno per aiutare a rendere operativo il trattato e per stigmatizzare le armi nucleari finchè non siano finalmente eliminate."

L'entità della contrapposizione tra il "no" dei Nuclear States (e dei propri alleati) con la scelta in positivo di altre 122 Nazioni nella votazione del Nuclear Ban sarebbe ridimensionata se si considerasse il volere dei popoli anziché dei propri governi. Basti pensare come via via tante amministrazioni cittadine, anche all'interno degli Stati contrari al TPNW, siano giunte ad approvare, anche con voto "trasversale", mozioni e delibere per sollecitare le proprie istituzioni nazionali a una presa di posizione a favore della ratifica del Trattato.

Il trailer del documentario

Note: - Reazioni positive alla prima a Santiago del documentario “L’inizio della fine delle armi nucleari”: https://www.pressenza.com/it/2019/05/reazioni-positive-alla-prima-a-santiago-del-documentario-linizio-della-fine-delle-armi-nucleari/
- Pronta la versione italiana: https://www.pressenza.com/it/2019/06/pronta-la-versione-italiana-del-documentario-di-pressenza-contro-le-armi-nucleari/

Articoli correlati

  • Memoria e futuro
    Cultura
    In tutte le librerie dal 6 maggio 2021

    Memoria e futuro

    Il libro Memoria e futuro di Alfonso Navarra, Luigi Mosca, Laura Tussi, Fabrizio Cracolici è frutto di un impegno collettivo portato avanti dai Disarmisti Esigenti con i contributi di Vittorio Agnoletto, Moni Ovadia, Alex Zanotelli e molti altri
    25 aprile 2021 - Laura Tussi
  • Il Dottor Stranamore? E’ vivo e vegeto
    Disarmo
    Una pericolosa affermazione che spazza via deterrenza e alimenta paure

    Il Dottor Stranamore? E’ vivo e vegeto

    “Il Pentagono deve passare dal presupposto principale che l'uso di armi nucleari è quasi impossibile, a quello che l’impiego del nucleare è una possibilità molto reale", ha affermato l’ammiraglio Charles Richard, comandante del Comando strategico degli Stati Uniti (il Nuclear Strike Force)
    8 febbraio 2021 - Roberto Del Bianco
  • Trattato Proibizione Armi Nucleari: webinar
    Pace
    TPAN e educazione civica

    Trattato Proibizione Armi Nucleari: webinar

    La finalità del webinar di PeaceLink è quella di far conoscere il trattato ONU TPAN inserito in un percorso di educazione civica e di cittadinanza globale. L’educazione alla pace deve essere inserita nell’educazione civica, partendo dal fatto che in una democrazia le regole evitano la guerra.
    25 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • TPAN: che fare adesso
    Pace
    Trattato ONU di Proibizione Armi Nucleari

    TPAN: che fare adesso

    Comunicato stampa: incontro su Internet svoltosi il 22 gennaio 2021 - azione non celebrazione
    23 gennaio 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)