Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Un evento online promosso da Abolition 2000

All’entrata in vigore del TPAN, ricordando la prima Risoluzione delle N.U.

Ecco dei giorni che sembrano incastrarsi in un incrocio di eventi e di opportunità per l’obiettivo del disarmo atomico. Il nuovo Presidente U.S.A. Biden. Il TPNW. E il 75° anniversario della Risoluzione 1 (1) delle Nazioni Unite
21 gennaio 2021

ONU, Palazzo di vetro. Dove è stato approvato il 7 luglio 2017 il TPAN

Sono questi dei giorni che sembrano incastrarsi in un incrocio di eventi e di opportunità per l’obiettivo del disarmo atomico. L’insediamento alla Casa Bianca del nuovo Presidente Joe Biden. L’entrata in vigore del TPNW, il Trattato per la proibizione delle armi nucleari. Come pure il 75° anniversario della United Nations Resolution 1 (1), l’istituzione in sede ONU, il 24 gennaio 1946, di una Commissione per affrontare i problemi generati dalla scoperta e l’uso dell’energia atomica. Una risoluzione questa, adottata per consenso, che stabilì per la prima volta l’obiettivo di un mondo libero dalle armi nucleari e da altre armi di distruzione di massa

A questo proposito l’Organizzazione Abolition 2000 ha lanciato l’invito (in lingua inglese) a un appuntamento online per il 25 gennaio: un evento globale per commemorare questo anniversario nel contesto della nuova amministrazione statunitense e del TPNW.

L’evento comprenderà la presentazione di risoluzioni parlamentari e appelli della società civile. Un esempio delle quali è dato dalla mozione presentata al Parlamento scozzese dal deputato Bill Kidd: l’invito a che il Parlamento prenda atto dell’entrata in vigore del Trattato, comprendendo i numerosi divieti dichiarati e la sua capacità di rafforzare in tal senso il diritto internazionale. E ricordandone l’attuazione alla vigilia del 75° anniversario della Resolution 1 (1) dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Sarà riportata una serie di appelli della Società Civile che vengono trasmessi ai governi in concomitanza con l’entrata in vigore del TPNW e il 75° anniversario della risoluzione 1 (1) delle Nazioni Unite e che saranno presentati all’evento del 25 gennaio.

Protect People and the Planet: Appeal for a Nuclear-Weapon-Free World, appello per un mondo libero dalle armi nucleari, approvato da oltre 700 rappresentanti della società civile tra cui parlamentari, sindaci, ex leader militari, giovani, leader religiosi, accademici, ex funzionari delle Nazioni Unite e del governo e capi di organizzazioni non governative;

Abolish nuclear weapons to assure a sustainable future: dichiarazione congiunta dei membri del World Future Council e dei vincitori del diritto al sostentamento in occasione dell’entrata in vigore del Trattato sulla proibizione delle armi nucleari e del 75 ° anniversario della Risoluzione 1 (1) delle Nazioni Unite;

It’s time to wrap up the nuclear era! Dichiarazione del Comitato di coordinamento di Abolition 2000 in occasione dell’entrata in vigore del trattato sulla proibizione delle armi nucleari e del 75° anniversario della risoluzione 1 (1) dell’ONU.

Moderator: Alyn Ware, Global Coordinator of Parliamentarians for Nuclear Non-proliferation and Disarmament. Director of the World Future Council Peace and Disarmament Program. Right Livelihood Laureate 2009.

Per la registrazione all'evento si rimanda alla pagina web di Abolition 2000

Articoli correlati

  • Il Dottor Stranamore? E’ vivo e vegeto
    Disarmo
    Una pericolosa affermazione che spazza via deterrenza e alimenta paure

    Il Dottor Stranamore? E’ vivo e vegeto

    “Il Pentagono deve passare dal presupposto principale che l'uso di armi nucleari è quasi impossibile, a quello che l’impiego del nucleare è una possibilità molto reale", ha affermato l’ammiraglio Charles Richard, comandante del Comando strategico degli Stati Uniti (il Nuclear Strike Force)
    8 febbraio 2021 - Roberto Del Bianco
  • Trattato Proibizione Armi Nucleari: webinar
    Pace
    TPAN e educazione civica

    Trattato Proibizione Armi Nucleari: webinar

    La finalità del webinar di PeaceLink è quella di far conoscere il trattato ONU TPAN inserito in un percorso di educazione civica e di cittadinanza globale. L’educazione alla pace deve essere inserita nell’educazione civica, partendo dal fatto che in una democrazia le regole evitano la guerra.
    25 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • TPAN: che fare adesso
    Pace
    Trattato ONU di Proibizione Armi Nucleari

    TPAN: che fare adesso

    Comunicato stampa: incontro su Internet svoltosi il 22 gennaio 2021 - azione non celebrazione
    23 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • Padre Zanotelli: "Dobbiamo far aderire l'Italia al Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari"
    Alex Zanotelli
    Webinar sul bando delle armi nucleari organizzato dall'agenzia di stampa internazionale Pressenza

    Padre Zanotelli: "Dobbiamo far aderire l'Italia al Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari"

    "Sarebbe un gesto di civiltà avere il coraggio di realizzare il disarmo nucleare per porre fine a diseguaglianze e sfruttamento", ha dichiarato il missionario comboniano, che ha aggiunto: ''Le armi atomiche, come disse Oppenheimer, sono la scienza che ha conosciuto il peccato'.
    23 gennaio 2021 - Antimafia Duemila
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)