Disarmo

RSS logo

Mailing-list Disarmo

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Disarmo

...

Articoli correlati

  • Uranio impoverito, una strage di Stato
    I militari italiani colpiti da patologie oncologiche riconducibili all'esposizione a nanoparticelle di metalli pesanti come l'uranio impoverito

    Uranio impoverito, una strage di Stato

    Luciano Cipriani maresciallo dell’Aeronautica militare aveva 47 anni. Nel suo curriculum diverse missioni all’estero, Kosovo, Afghanistan. Aveva respirato a pieni polmoni l’aria di quei luoghi e calpestato le terre avvelenate dalle nanoparticelle, tutto senza protezioni.
    9 agosto 2016 - Cinzia Palmacci
  • Uranio impoverito, avevamo ragione
    La lunga lotta di PeaceLink per fare luce sulla Sindrome dei Balcani e sui bombardamenti con uranio impoverito nel mondo

    Uranio impoverito, avevamo ragione

    Il ministero della Difesa è stato giudicato per “condotta omissiva” e condannato al risarcimento di un milione e mezzo di euro alla famiglia del caporalmaggiore Salvatore Vacca
    23 maggio 2016 - Alessandro Marescotti
  • Franca Rame...e il cuor farà tremila capriole

    Franca Rame...e il cuor farà tremila capriole

    30 maggio 2013 - Nadia Redoglia
  • Uranio impoverito. Carlo Calcagni scrive alle istituzioni. "I soldi per gli armamenti vengano destinati alla sanità"
    Si tagliano continuamente i fondi per la sanità, mentre si continua a sprecare denaro pubblico in armamenti

    Uranio impoverito. Carlo Calcagni scrive alle istituzioni. "I soldi per gli armamenti vengano destinati alla sanità"

    "Stiamo morendo in una nuova trincea, quella fredda e buia della burocrazia e in quella ancor più spietata dell’indifferenza delle istituzioni militari, in una trincea strana in cui nessuno ti copre le spalle.."
    23 novembre 2012 - Gabriele Caforio
In servizio in Bosnia dal 2000

Uranio impoverito: in fin di vita Luca Sepe, 24 anni, caporalmaggiore

Aveva voluto partecipare ai funerali dei Carabinieri caduti a Nassirya lo scorso aprile. Ora ha urgente bisogno di sangue.
29 giugno 2004 - Paolo Manzo (p.manzo@vita.it)

Luca Sepe, 24 anni, caporalmaggiore in servizio in Bosnia dal 2000, si trova in condizioni disperate all'ospeale Cardarelli di Napoli. Aveva contratto il linfoma di Hodgkin al rientro dai Balcani nel 2001. La malattia, dopo un lungo ciclo di cure, sembrava essere stata vinta. Improvvisamente, la ricaduta, come molto spesso accade in questi casi. Luca Sepe, gia' gravemente malato, aveva voluto partecipare ai funerali dei Carabinieri caduti a Nassirya nell'aprile scorso, in segno di solidarieta'. L'Osservatorio Militare lancia un appello: c'e' bisogno di sangue per il militare. I colleghi della Brigata Garibaldi di Caserta si stanno gia' muovendo per donare il sangue necessario alle trasfusioni. Sono 267 i militari italiani che hanno prestato servizio nei Balcani ad aver contratto il linfoma, probabilmente a causa dell' uranio impoverito. L'ultimo soldato morto e' Valery Melis, scomparso in Sardegna il 4 febbraio scorso a 26 anni. Per lui si era mobilitata una catena di solidarieta' di amici, parenti e conoscenti.



Note:

http://www.adnkronos.com/Cronaca/2004/Settimana27da28-06a04-07/03np_2806.html

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)