Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

  • PeaceLink e Unimondo - il sogno della Nonviolenza
    UNIMONDO Editoriale:

    PeaceLink e Unimondo - il sogno della Nonviolenza

    26 aprile 2017 - Laura Tussi
  • Nuovi partigiani
    PeaceLink e il 25 aprile

    Nuovi partigiani

    Domani a Corigliano d'Otranto saremo invitati a parlare dei "nuovi partigiani", della nuova Resistenza nonviolenta basata sulla cittadinanza attiva, quella di chi lotta contro i muri di gomma, l'omertà e la complicità di chi potrebbe fare e non fa. Tanti anni fa il fascismo fu lo strumento per imporre il volere dei poteri forti. Oggi i poteri forti governano senza il bisogno del fascismo. Chi oggi lotta contro lo strapotere e la violenza dei poteri forti è un nuovo partigiano perché - non senza elevati rischi personali - attua quella Costituzione per cui in tanti, molti anni fa, hanno sacrificato la propria vita.
    24 aprile 2017 - Alessandro Marescotti
  • Solidarietà all'ANPI Roma e al suo Presidente
    In occasione del corteo a Roma per il 25 aprile, la Festa della Liberazione

    Solidarietà all'ANPI Roma e al suo Presidente

    Le associazioni pro-Palestina rispondono alle calunnie di chi vuole dipingere la loro partecipazione al corteo ANPI del 25 aprile come fonte di disordini e ringraziano il Presidente dell'ANPI Provinciale di Roma per il suo sostegno.
    24 aprile 2017 - Patrick Boylan
  • La Resistenza oggi è nonviolenza
    Si avvicina la ricorrenza del 25 aprile

    La Resistenza oggi è nonviolenza

    Oggi la Liberazione si celebra, si difende e continua con la lotta nonviolenta in difesa della vita, della dignita' e dei diritti di tutti gli esseri umani; con la lotta nonviolenta in difesa della biosfera, l'unico mondo vivente casa comune dell'intera famiglia umana.
    Peppe Sini

Lettera a Ciampi per il 25 aprile: "L'unità europea è la vera Liberazione"

Lettera aperta dei giovani federalisti europei al Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi in occasione della festa del 25 aprile.
24 aprile 2006

Signor Presidente,

congresso dell'Aja 1948 la Gioventù Federalista Europea celebra il 25 aprile onorando la memoria degli uomini e delle donne che hanno sacrificato la loro vita per la libertà e la democrazia del nostro Paese. Nella Resistenza nasce l'idea della Federazione europea come obiettivo politico da realizzare subito. L'Italia, con Einaudi, De Gasperi e Spinelli, ha dato un contributo fondamentale all'integrazione europea che ha garantito pace e benessere fino alla nostra generazione. Oggi, Presidente, Lei è il più autorevole rappresentante di questo disegno politico che trova sempre il consenso di un'ampia maggioranza dei cittadini italiani.

manifestazione di giovani federalisti durante la convenzione dei cittadini europei di Genova, 3 dicembre 2005 Noi, giovani federalisti, sentiamo la responsabilità di continuare il cammino verso un'Europa "libera ed unita" così come indicato nel Manifesto di Ventotene. Dopo l'elezione diretta del Parlamento europeo, la moneta unica e l'allargamento a 25 dell'Unione non è più possibile rinviare l'unità politica dell'Europa.

Il mondo ha bisogno di un'Europa forte per affrontare le sfide della globalizzazione. Un'Europa capace di esprimere una politica estera comune e una politica di difesa autonoma per equilibrare i crescenti conflitti e le disuguaglianze. Un'Europa che promuova una politica alternativa all'attuale Amministrazione americana, a sostegno, quindi, delle Nazioni Unite e del diritto internazionale, di uno sviluppo sostenibile rispettoso dell'ambiente e del genere umano. A tal fine è indispensabile una Costituzione federale in grado di dare un vero governo democratico all'Unione europea.

L'Europa unita non c'è ancora. Per questo crediamo che gli ideali della Resistenza siano attuali quanto incompiuti. L'unità europea è la vera Liberazione.

L'Italia ha bisogno dell'Europa per uscire dalla difficile situazione economica e politica, ma anche l'Europa per superare l'attuale fase di stallo, ha bisogno del coraggio e della visione che l'Italia ha sempre mostrato nei momenti di svolta.

manifestazione di Nizza per la Costituzione europea, 7 dicembre 2000 Signor Presidente, confidiamo in un Suo appello al nuovo Parlamento e al futuro Governo a favore di una iniziativa dell'Italia per rilanciare il progetto europeo, partendo dall'attuale Costituzione che noi auspichiamo possa entrare in vigore anche senza l'unanimità delle ratifiche.
Samuele Pii
Presidente GFE

Massimo Contri
Segretario Generale GFE

Verona, 25 aprile 2006

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)