Kimbau

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Gli e-book e il futuro della cultura
    Una soluzione per diffondere i libri in Africa e combattere il digital divide

    Gli e-book e il futuro della cultura

    In 160 grammi possiamo memorizzare vocabolario di italiano, enciclopedia, libri di storia e di letteratura e anche un vocabolario di lingua inglese. La batteria dura un mese e possiamo ricaricarla con un piccolo pannello solare.
    8 gennaio 2014 - Austilio Tinelli
  • Verso l'alta tecnocrazia

    A Kuala Kampur è nata UnGaid, nuova agenzia Onu contro il «digital divide». Anche le grandi aziende, per le quali alfabetizzare vuol dire vendere computer, aderiscono
    13 luglio 2006 - Alessandro Delfanti
  • Un'arma contro il digital divide

    Un mini computer, router e access-point autoconfigurante wireless. Ecco il Naaw, l'apparecchio in grado di rilevare la presenza di suoi simili e quella di una connessione internet wireless, sia essa Wi.Fi., WiMax, Gprs/Umts o satellitare. Intervista al professor Angelo Raffaele Meo, del Dipartimento di Informatica e automatica del Politecnico di Torino, che ha dato un contributo decisivo alla realizzazione del Naaw
    8 giugno 2006 - Gabriele De Palma
  • The Economist: il digital divide è un falso problema

    Nuova copertina destinata ad aprire il dibattito. Che cosa ne pensa la gente dei PVS
    11 marzo 2005 - Sara De Carli
Il mio ringraziamento a Massimo Cimicchi, Chiara de Felice e Achille Kinava

Informatici Senza Frontiere, i "perseveranti" per Kimbau

Pubblico velocemente questo articolo dopo che... il precedente che avevo inserito si è purtroppo perso...
29 agosto 2010 - Chiara Castellani

E' un articolo senza né capo né coda dedicato a Massimo e all'”altra Chiara” come la chiamano i miei amici di Kimbau. Così testardi che San Paolo li direbbe “perseveranti” (San Paolo era un testardo).
La dottoressa Chiara Castellani al computer


Scrivo velocemente perché devo partire e non so come ringraziare Massimo e tutti voi. Ma forse non è necessario nessun ringraziamento... niente deve rendervi più felici del risultato ottenuto grazie alla testardaggine di Massimo e di Chiara. E qui io voglio ringraziare particolarmente loro due oltre che tutti voi.

Massimo è una persona meravigliosa: è stato bravissimo.

La connessione funziona meglio che mai.

L'”altra Chiara” quando Massimo è venuto a Kimbau è rimasta incollata al pc con la speranza che tutto andasse bene, e quando l'ha visto online... si è sentita la persona più felice del mondo e ieri mi ha scritto che
vedermi online su Skype è una gioia immensa davvero.

E poi voi vedrete anche kimbau1 oltre che kimbau2 su Skype: ma non sono io kimbau1

Sono i miei infermieri che hanno eliminato il digital divide.

Sto partendo: purtroppo io devo rientrare presto a Kenge per le lauree degli infermieri e adesso penso che si deve connettere anche Kenge e la scuola infermieri. Ne stiamo parlando con Paolo Moro.

Per internet a Kenge servono un po' di fondi... e con l'”altra Chiara” stiamo cercando di capire come organizzare il tutto. Purtroppo io sono presissima: per aiutarmi chiedete a Gianni Guidotti di Sant'Egidio.

In realtà mi sarebbe piaciuto poter scrivere ben più di due righe sull'importanza di ripristinare la connessione a Kimbau. Ieri ho scritto sul sito l'importanza dell'internet qui. Ma il mio tentativo di far capire che non si tratta di un'attività di poco valore, in una zona sanitaria di 155.000 abitanti senza telefono né posta, è svanito nel Web. Ho scritto rapidamente stanotte ma quando ho chiesto a Alessandro Marescotti di vedere perché non era stato già pubblicato, Alessandro mi ha scritto che non trova il testo! E anche io l'ho cercato ed è sparito! Peccato! Forse non lo avevo salvato? E adesso il tempo stringe, non so più quando potrò farlo, ho
troppa fretta. Anche adesso ho scritto in fretta perché c'è il 10° parto.

La prossima volta che vengo vorrei descrivere di più l'"avventura" di reinstallare l'internet dove non c'è mai stato un telefono. Adesso il tempo stringe, adesso l'importante è poter diffondere il senso del
messaggio e il mio grazie.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)