Latina

Argentina: uranio nella falda acquifera della provincia di Buenos Aires

24 marzo 2005
Stefania Rasetti
Fonte: Greenpeace
Nacion, Clarin
Pagina 12

L’ acqua della falda della provincia di Buenos Aires risulta inquinata da uranio e nitriti. E’ il risultato delle indagini iniziate cinque anni fa su disposizione del giudice argentino Alberto Gentili e che accuserebbero il Centro Atomico di Ezeiza situato a 40 km. dalla capitale argentina. L’ area interessata si trova nella zona sud - est della capitale argentina dove vivono quasi due milioni di abitanti. Di questi il 47%, circa 760.000, non sono allacciati alla rete dell’ acquedotto municipale e devono estrarre acqua dai pozzi. Secondo il dossier consegnato al giudice Gentili! dai periti della Facoltà di Geologia dell’ Università di Buenos Aires il 74% dei pozzi (36 su 46) hanno percentuali alte di uranio e nitriti che rendono l’acqua non potabile. L’ assunzione di sostanze come i nitriti e l’uranio possono avere effetti negativi per la salute. Il dottor Mauricio Plager, tossicologo presso un ospedale infantile di Buenos Aires, spiega che i nitriti presenti in acqua possono produrre una malattia chiamata metaemoglobinemia e che consiste in una incapacità del sangue di trasportare ossigeno al cervello. Questo si vede chiaramente nei bambini che bevono latte dai biberon e che assumono un colore bluastro. Il contatto con l’uranio invece è più grave: è noto come la possibilità di contrarre un cancro sia maggiore negli individui esposti a sostanze radioattive. Da parte sua il Centro Atomico di Ezeiza, rifiuta comple! tamente le accuse. “Circa il 60% dei ricercatori” sostengono i responsabili dell’ istituto ” che lavorano presso il Centro Atomico vivono nella zona e stanno benissimo” . L’ associazione Greenpeace argentina ha chiesto al giudice che intervenga rapidamente presso le autorità competenti perché provvedano a fornire alla popolazione acqua sprovvista di sostanze tossiche.<7p>

Note: http://www.greenpeace.org.ar/
"Pagina12" http://www.pagina12web.com.ar/diario/sociedad/3-48664-2005-03-19.html,
"Clarin" http://www.clarin.com/diario/2005/03/19/laciudad/h-04901.htm
"Nacion" http://buscador.lanacion.com.ar/Nota.asp?nota_id=691265&high=uranio

Articoli correlati

  • Una motosega sull'Argentina
    Latina
    I primi mesi della presidenza Milei sono un incubo

    Una motosega sull'Argentina

    Milizie parapoliziesche, aggressioni, negazionismo in tema di diritti umani e indulto per i repressori. Lo denuncia, in un dossier, anche Amnesty International
    14 aprile 2024 - David Lifodi
  • Il cielo sopra l'Argentina è nero
    Latina
    Javier Milei eletto presidente del paese: un vero oltraggio a 40 anni dal ritorno della democrazia

    Il cielo sopra l'Argentina è nero

    Decisiva l’alleanza tra le due destre radicali, quella di La Libertad Avanza e quella macrista e la forte disillusione degli argentini, stremati da una crisi economica che ha tra i suoi principali responsabili proprio l’ex presidente Mauricio Macri.
    20 novembre 2023 - David Lifodi
  • L'Argentina respinge Javier Milei
    Latina
    Il 19 novembre ballottaggio con il peronista Sergio Massa

    L'Argentina respinge Javier Milei

    Al primo turno delle presidenziali il candidato di estrema destra non sfonda.
    24 ottobre 2023 - David Lifodi
  • Sull'Argentina l'uragano Javier Milei
    Latina
    Alle presidenziali del 22 ottobre potrebbe stravincere il candidato dell’estrema destra

    Sull'Argentina l'uragano Javier Milei

    In occasione delle Primarias, Abiertas, Simultáneas y Obligatorias (PASO) del 13 agosto scorso, Milei è risultato essere l’uomo più votato di tutte le coalizioni.
    Per il paese si tratterebbe di un pericolosissimo, quanto probabile, salto nel buio.
    18 settembre 2023 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)