Latina

La miniera San Martin chiude i battenti!

7 luglio 2007
Flaviano Bianchini

Finalmente la Corte Suprema di Giustizia dell'Honduras ha fatto
giustizia e ha multato la compagnia Entre Mares per danni ambientali e
alla salute costringendola cosi' ad abbandonare la miniera San Martin,
nel Valle de Siria. Tutto inizio' sette anni fa quando la miniera, in
mezzo alle proteste di diversi gruppi di ambientalisti, inizio' a
scavare la montagna Sierra del Cobre. Una montagna che era alta 900m e
che oggi ne misura solo 300. Ma il
grosso della protesta inizio' circa un anno fa quando degli studi
indipendenti da me condotti insieme al Dottor Almendares dimostrarono
che la miniera, oltre a causare irreparabili
e gravissimi danni ambientali, danneggiava seriamente e
irreversibilmente la salute delle popolazioni della zona.
Gli studi dimostravano che l'acqua entra nella miniera priva di
sostanza contaminanti per uscirne inquinata con cianuro e metalli
pesanti. Gli stessi studi dimostrano come nella frazione di El
Porvenir le malattie della pelle, strettamente relazionabili con
l'arsenico presente nell'acqua, sono la terza causa di ingressi in
ospedale e rappresentano il 18% mentre a livello nazionale queste non
rientrano nelle prime 20 cause di ingresso in ospedale e non superano
l'1% delle malattie registrate. Sempre ne El Porvenir, su una
popolazione di 4000 abitanti, ci sono 43 casi di osteoartrite,
strettamente relazionabile con il piombo presente nell'acqua e nel
sangue della popolazione, in bambini minori di 5 anni mentre a livello
nazionale i casi di osteoartrite nei bambini inferiori a 5 anni sono
meno di un caso su un diecimila. Discorso simile per l'Atrofia
Midollare Spinale di tipo 1. Una malattia genetica mortale nella
totalita' dei casi che blocca il funzionamento dei muscoli nei
bambini. A livello mondiale tale malattia e' attestata a meno di un
caso su un milione mentre tra i 4000 abitanti de El Porvenir se ne
registrano ben 6 casi. Poi c'e' anche Nueva Palo Ralo (la vecchia fu
distrutta per fare spazio alla miniera) dove la mortalita' infantile
si attesta al 30% e supera di 12 volte la media nazionale. Se poi
analizziamo questo dato sui figli dei lavoratori della miniera esso si
attesta all'impressionante valore di 83%. Ovvero muoino 8 bambini di
ogni 10 nati vivi prima di compiere un anno.
Oggi la sentenza della Corte Suprema di Giustizia mette fine a questo
vero e proprio genocidio. La miniera Entre Mares se ne va e, forse, il
Valle de Siria puo' ricominciare lentamente a vivere...

Articoli correlati

  • Honduras: le rivoluzioni di Berta
    Latina
    Un libro sul COPINH, su Berta Cáceres e sull’esigenza di giustizia

    Honduras: le rivoluzioni di Berta

    Leader delle lotte indigene per la salvaguardia ambientale in Honduras, ha ricevuto vari riconoscimenti, tra cui il Goldman Environmental Prize 2015. Ha fondato il Consiglio delle organizzazioni popolari ed indigene dell'Honduras (COPINH). Dopo anni di minacce, è stata assassinata il 2 marzo 2016.
    21 marzo 2019 - Giorgio Trucchi
  • La 'siembra' di Berta continua a generare semi di libertà
    Latina
    Honduras

    La 'siembra' di Berta continua a generare semi di libertà

    Tre anni dopo il suo assassinio, Berta Cáceres vive nelle lotte emancipatorie dei popoli
    12 marzo 2019 - Giorgio Trucchi
  • Honduras: "Per rovesciare la dittatura dobbiamo unirci"
    Latina

    Honduras: "Per rovesciare la dittatura dobbiamo unirci"

    Culmina una settimana di proteste in Honduras
    28 gennaio 2019 - Giorgio Trucchi
  • Honduras: ‘Decertificando’ Fyffes/Sumitomo
    Latina

    Honduras: ‘Decertificando’ Fyffes/Sumitomo

    A seguito di un’indagine di campo che ha confermato la violazione sistematica dei diritti del lavoro e sindacali, Fair Trade USA ha deciso di revocare formalmente la certificazione di commercio equo e solidale a Sur Agrícola de Honduras (Suragroh), filiale ‘melonera’ di Fyffes/Sumitomo
    20 dicembre 2018 - Giorgio Trucchi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.19 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)