Latina

Visita in Europa del presidente Alvaro Uribe Vélez - 700.000 indigeni in Colombia sono le principali vittime del terrore

12 febbraio 2004
Associazione per i popoli minacciati / Gesellschaft für bedrohte Völker
I 700.000 indigeni della Colombia sono le principali vittime del terrore, del furto di terre e della tortura nel paese. Con una lettera aperta al presidente colombiano, attualmente in visita in Europa, l'Associazione per i Popoli Minacciati (APM) ha voluto mettere in evidenza una situazione quasi disconosciuta all'opinione pubblica e chiedere a Uribe che siano rispettati i diritti costituzionali garantiti all'autonomia nella gestione dei territori indigeni. Solo così potrebbe essere posta fine all'interminabile scia di terrore nei confronti della popolazione indigena della Colombia. Secondo le informazioni fornite dall'ufficio per la registrazione delle violazioni dei diritti umani del vice-presidente Francisco Santos Calderón, tra gennaio e settembre 2003 sono stati uccisi 76 rappresentanti di popoli indigeni. Secondo l'Organizzazione degli indigeni della Colombia ONIC (Organización Nacional Indígena de Colombia), solo il popolo dei Kankuamos della Sierra Nevada de Santa Marta lamenta nel 2003 40 morti assassinati. "Tutto sembra indicare che gli indigeni colombiani siano vittime di un terrore e di una persecuzione sistematica per il semplice fatto di pretendere il rispetto della Costituzione che garantisce loro l'autonomia nella gestione dei propri territori, e perché si astengono dal prendere posizione nella lotta armata tra esercito, paramilitari e guerrilla, mantenendo la neutralità", ha criticato l'APM. Bolzano, Göttingen, 12 febbraio 2004

Articoli correlati

  • Colombia: cresce il numero di morti, feriti e desaparecidos
    Latina
    Il presidente Duque militarizza il paese e utilizza il pugno di ferro

    Colombia: cresce il numero di morti, feriti e desaparecidos

    Eppure il levantamiento non si ferma, frutto di una protesta contro le disuguaglianze sociali figlie del duqueuribismo, ma non solo
    4 giugno 2021 - David Lifodi
  • Le Ande in rivolta
    Latina
    In Colombia la resistenza continua nonostante la repressione di Stato e una situazione allarmante

    Le Ande in rivolta

    In Cile le elezioni del 15-16 maggio hanno dimostrato che il pinochettismo può essere sconfitto e in Perù, in vista del ballottaggio presidenziale del 6 giugno, l’oligarchia trema per i sondaggi che assegnano la vittoria al maestro rurale Pedro Castillo.
    26 maggio 2021 - David Lifodi
  • Colombia: terrorismo di stato
    Latina
    Continua la violenta repressione contro le proteste che proseguono dal 28 aprile scorso

    Colombia: terrorismo di stato

    Il nuovo levantamiento era iniziato contro la riforma tributaria imposta, e poi ritirata, dal presidente Duque
    18 maggio 2021 - David Lifodi
  • Il  Tribunale permanente dei popoli giudicherà lo Stato colombiano per genocidio
    Latina
    Gran parte degli omicidi commessi avviene per mano della polizia

    Il Tribunale permanente dei popoli giudicherà lo Stato colombiano per genocidio

    Sotto la presidenza di Iván Duque sono stati uccisi 167 leader indigeni
    22 gennaio 2021 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)