Latina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Argentina: domiciliari per i torturatori del regime militare?
    La provocazione del Servizio penitenziario federale a pochi giorni dal quarantaduesimo anniversario del colpo di stato

    Argentina: domiciliari per i torturatori del regime militare?

    A beneficiarne, tra gli altri, ci potrebbero essere Alfredo Astiz, Horacio Martínez Ruiz, Victor Gallo, Jorge “el Tgre” Acosta, Julio Simón e l’ex cappellano militare Cristian Von Wernich
    24 marzo 2018 - David Lifodi
  • Prospettive per un mondo libero dalle armi nucleari
    È scandaloso quanto sta succedendo, abbiamo molti trattati internazionali contro le armi nucleari, ma questi non vengono rispettati

    Prospettive per un mondo libero dalle armi nucleari

    Esistono i trattati che vietano l’uso di armi nucleari, ma siamo pieni di basi statunitensi che pretendono di difendere la democrazia difendono solo i loro interessi. Occorre ribellarsi di fronte all’ingiustizia
    13 novembre 2017 - Oscar Litwin
  • Argentina: la polizia spara pallottole di gomma contro i giornalisti
    In occasione delle proteste contro l’approvazione della riforma pensionistica

    Argentina: la polizia spara pallottole di gomma contro i giornalisti

    Molti gli operatori dell’informazione feriti
    20 dicembre 2017 - David Lifodi
  • Argentina: il macrismo attacca la libera informazione
    Licenziato il giornalista di C5N Victor Hugo Morales, che aveva denunciato le pratiche mafiose del Clarín

    Argentina: il macrismo attacca la libera informazione

    Da quando Macri è giunto al potere gran parte dei giornalisti ritenuti non graditi è stata licenziata
    13 dicembre 2017 - David Lifodi

Argentina: piu' di 10.000 manifestanti a Plaza de Mayo

protestano per la visita di Rodrigo Rato del FMI e contro l'arresto di Raul Castells , lider del movimento dei disoccupati. Le forze dell'ordine hanno represso violentemente i manifestanti con bastoni e gas lacrimogeni
1 settembre 2004 - Nello Margiotta
Fonte: La Haine

Dopo una mattinata di tensioni la grande concentrazione a Plaza de Mayo che protestava per la visita del capo del FMi e per esigere la liberazione di Castells, la violenza della polizia e' esplosa verso mezzogiorno, di fronte alla Casa Rosada. Tutto ha avuto inizio hanno travolto una barrira di contenimento in Plaza de Mayo e si sono avvicinati all' ingresso della Casa del Governo. Poco dopo manifestanti del gruppo Quebracho hanno inziato a lanciare pietre contro il ministero dell 'Economia per protestare contro la presenza del capo del FMI. Le forze di sicurezza hanno represso la protesta con gas lacrimogeni e palle di gomma arresatndo 48 manifestanti. Dalle prime informazioni sei persone risultano ferite.
La maggior parte degli arresati e' avvenuta presso la fermata Piedra della linea A della metro.
I manifesatnti sono giunti in pizza dal mattino guidati da Nina Peloso, moglie di Castells, dopo essersi concentrati all' incrocio tra Avenida de Mayo 9 de Julio, per richeidere la liberazione del lider piquetero.
Castells e' detenuto da uan settimana nel carcere di Resistencia, Chaco, accusato di estorsione, avendo occupato il casino "Gala" alo scopo di ottenere alimenti.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)