Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

  • Liberato Gabriele Torsello. Rapiti alcuni parlamentari italiani
    Cosa non si fa per apparire

    Liberato Gabriele Torsello. Rapiti alcuni parlamentari italiani

    La follia si è impadronita di alcuni parlamentari che, invece di gioire, sono stati rapiti dalla smania di protagonismo e sfruttano l'effetto-media per lanciarsi nei soliti giochi di immagine e di potere
    3 novembre 2006 - Alessandro Marescotti
  • Per la liberazione di Gabriele Torsello

    Per la liberazione di Gabriele Torsello

    Gabriele Torsello, giornalista, fotografo e documentarista freelance, collaboratore di movimenti umanitari, impegnato contro le violazioni dei diritti umani, è stato rapito in Afghanistan sabato 14 ottobre 2006
    2 novembre 2006 - Peppe Sini

Torsello: rapito da 10 giorni, domani scade l'ultimatum

21 ottobre 2006
Fonte: La Repubblica - 21 ottobre 2006

L'ultimatum scadra' domenica sera, 22 ottobre, ultimo giorno di Ramadan. Per quella data i militari italiani dovranno lasciare l'Afghanistan, altrimenti, Gabriele Torsello, il fotografo rapito giovedi' 12 ottobre e da dieci giorni nelle mani dei suoi sequestratori, verra' ucciso. Questi i fatti salienti legati al suo sequestro. - Giovedi' 12 ottobre Torsello parte da Lashkargah, a bordo di un autobus pubblico, diretto a Kabul. Nella stessa mattinata, il fotoreporter invia dal suo cellulare un messaggio senza testo allo staff dell'ospedale di Emergency a Lashkargah, dove Torsello era stato in visita nei giorni precedenti. L'autobus arriva a Kabul senza Torsello. L'autista, una volta nella capitale, non dice niente a nessuno e, sulla strada del ritorno, si ferma a Kandahar e affida l'autobus a un suo collega che lo riporta a Lashkargah. - Sabato 14 ottobre, l'agenzia di stampa californiana Zuma Press, con cui collabora Gabriele Torsello, riceve una telefonata da un altro reporter che si trova in Thailandia. Quest'ultimo racconta di aver ricevuto a sua volta una telefonata da Kabul: l'interlocutore, che non si e' identificato, ha detto al reporter che Gabriele Torsello aveva "grossi problemi" in Afghanistan. L'agenzia Zuma Press segnala immediatamente la cosa all'ambasciata italiana in Afghanistan. Contemporaneamente, fonti afgane contattano lo staff del centro chirurgico della Ong Emergency a Lashkargah, e riferiscono la possibilita' che un italiano sia stato rapito, il giovedi' precedente, mentre viaggiava in autobus verso Kabul. Un membro afgano dello staff di Emergency, nel pomeriggio, riesce a parlare con Torsello sul suo cellulare. Il giornalista conferma di essere stato rapito, di non sapere dove si trova e chiede di spiegare ai suoi rapitori le proprie buone intenzioni e il fatto che e' di fede musulmana. Dopo un breve contatto, pero', la comunicazione viene sospesa.

Note:

http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/2006/rep_nazionale_n_1825925.html?ref=hpsbdx

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)