Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

All'unanimità è diventata legge

Introdotta nel 2009 la lapidazione a Aceh in Indonesia. Per chi fa sesso prima del matrimonio 100 colpi di canna

Mentre il mondo si mobilita contro la lapidazione di Sakineh, in Indonesia un parlamento provinciale già si prepara a lapidare e frustare. Cosa puoi fare tu contro queste violazioni dei diritti umani
25 agosto 2010
Associazione PeaceLink
Fonte: Informazioni tratte dal Corriere della Sera del 15/9/2009 - 15 settembre 2009

La lapidazione non è un residuo del passato: in una provincia dell'Indonesia l'hanno introdotta l'anno scorso!

Lapidazione

Ad Aceh da meno di un anno chi tradisce il marito o la moglie sarà punito con la morte per lapidazione. Lo prevedono le nuove norme della legge islamica approvate nel 2009 dal parlamento provinciale di Aceh, all'estremo nord dell' isola di Sumatra.

Oltre agli adulteri, la legge punisce chi fa sesso prima del matrimonio (100 colpi di canna) e chi «commette atti deliberati di omosessualità o lesbismo» (100 colpi e una multa di 1000 grammi d' oro - oppure 100 mesi di prigione).

Poche settimane prima dell' insediamento del nuovo governo locale, guidato dal Partito Aceh, formato da ex ribelli separatisti e ritenuto più moderato, il parlamento ancora dominato da conservatori ha approvato norme che ampliano l' applicazione della sharia in ambito penale. Alcuni membri del Partito Democratico (del presidente indonesiano rieletto a luglio Susilo Bambang Yudhoyono) hanno espresso riserve, ma nessuno dei 69 parlamentari ha votato contro.

Note: TRE COSE CHE PUOI FARE TU

1) Firma contro la lapidazione di Sakineh Mohammadi Ashtiani cliccando su
http://www.amnesty.it/flex/FixedPages/IT/appelliForm.php/L/IT/ca/216

2) Diffondi il dossier di Amnesty International sulla lapidazione nel mondo http://www.amnesty.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/3891

3) Documentati e leggi questo articolo interessante
http://www.unimondo.org/Notizie/Amnesty-dossier-sulla-lapidazione-barbara-sanzione-penale-mai-debellata

Articoli correlati

  • Il Paese delle donne: rivista
    Sociale
    Una realtà viva e dinamica di impegno sociale e civile

    Il Paese delle donne: rivista

    Il Paese delle donne contiene e continua esperienze che vanno scoperte e poste in risalto come l’attivismo sui grandi temi della memoria, dalla legalità ai percorsi esistenziali e resistenziali, dalla pace ai diritti umani, da quando si sono emancipate a partire dagli anni caldi della contestazione.
    27 giugno 2020 - Laura Tussi
  • Profondamente antisindacale
    Latina
    Honduras

    Profondamente antisindacale

    Attacco sistematico a sindacalisti e difensori dei diritti umani. Preoccupazione per l’entrata in vigore del nuovo codice penale
    25 giugno 2020 - Giorgio Trucchi
  • Il terrorismo razziale e l'eredità della violenza di Stato
    Pace
    Il fascismo neoliberale ha perso ogni scrupolo

    Il terrorismo razziale e l'eredità della violenza di Stato

    L'impunità dei poliziotti violenti, la risposta feroce alle proteste per la morte delle loro vittime non sono che gli indicatori di una politica fascista che per consolidarsi ha bisogno di alimentare l'odio e perpetrare la sua eredità razzista
    4 giugno 2020 - Henry Giroux
  • Piazza Tien An Men e la ribellione nonviolenta dei giovani cinesi
    Storia della Pace
    Oggi ricorre l'anniversario della repressione del 4 giugno 1989

    Piazza Tien An Men e la ribellione nonviolenta dei giovani cinesi

    Gli eroi nella fotografia del carro armato sono due: il personaggio sconosciuto che rischiò la sua vita piazzandosi davanti al carro armato e il pilota che si rifiutò di falciare il suo compatriota, fermando l'intera colonna
    4 giugno 2020 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)