Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Recensioni di Nanni Salio e Paolo Calabrò

Educazione e Pace: la Pedagogia della Memoria

Le Edizioni Mimesis presentano il libro "Educazione e Pace. Dalla Shoah al Dialogo Interculturale"
"Il nostro è un punto di vista che si sforza di coniugare onestà intellettuale e passione, perchè sente ciò che narra. In questo senso non millanta verità assolute, ma solo verità umane" Il Dovere di Ricordare. Riflessioni sulla Shoah. Moni Ovadia
4 gennaio 2012

Educazione e Pace. La pedagogia della memoria di Laura Tussi

di Paolo Calabrò

lettura di Luca Grandelis

 

Laura Tussi, docente e giornalista con cinque lauree specialistiche nell’ambito della formazione degli adulti e della consulenza pedagogica e con già cinque libri pubblicati sui temi dell’interculturalità e della nonviolenza, dà oggi alle stampe il suo sesto volume, per i tipi della Mimesis, dal titolo Educazione e pace. Dalla Shoah al dialogo interculturale. Da sempre attiva nel settore dell’antifascismo, Tussi continua a portare avanti le sue iniziative dedicate alla memoria della Shoah, emblema della discriminazione violenta, riunite sotto il nome “Per non dimenticare” (che mettono insieme la presenza e l’opera di personaggi come Moni Ovadia e don Andrea Gallo, e che hanno permesso di raccogliere una gran quantità di materiali multimediali, anche in collaborazione con la RAI). Il convincimento di fondo è che «è necessario ripercorrere l’analisi del passato storico, per evitare di compiere gli errori della storia, a livello di violazione della dignità delle donne e degli uomini e dei diritti imprescindibili della persona, sanciti dalla Carta Costituzionale Democratica e dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani». Nel volume si parla di razzismo, annientamento, memoria collettiva; con particolare riferimento alla Shoah si sciolgono i nodi del significato e della razionalità della testimonianza, in un momento in cui i testimoni si fanno sempre più rari. Un’attenzione particolare viene riservata alla scuola, dove l’autrice lavora da molti anni, soprattutto alle questioni dell’intercultura e della valorizzazione delle differenze (con gli annessi problemi dell’immigrazione e dell’integrazione). Verso un “nuovo paradigma educativo”, basato sulla fecondità dell’incontro e sul rifiuto della “omogeneizzazione culturale”.

Laura Tussi collabora con diverse riviste telematiche – tra le quali «Peacelink.it», «Politicamentecorretto.com», «Ildialogo.org» – e di settore, tra cui «Rassegna dell’Istruzione» (Mondadori, Le Monnier – MIUR) e «Scuola e Didattica» (La Scuola). Ha pubblicato: Sacro (EMI, 2009); Memorie e Olocausto (Aracne, 2009); Il disagio insegnante (Aracne, 2009); Il dovere di ricordare (Aracne, 2010); Il pensiero delle differenze (Aracne, 2011). --------------------------------------------------------------------------------

Laura Tussi, Educazione e pace. Dalla Shoah al dialogo interculturale, ed. Mimesis, 2011, pp. 140, euro 14.

Dalla shoah al dialogo interculturale – Recensione di Nanni Salio

Laura Tussi, Educazione e pace. Dalla shoah al dialogo interculturale, Mimesis, Milano 2011

http://www.mimesisedizioni.it/Press/Rassegna-Stampa/Serenoregis.org-Nanni-Salio-su-Educazione-e-pace-di-Laura-Tussi.html

L’autrice, nota per il suo impegno nel campo educativo, raccoglie e rielabora in questo agile volumetto i suoi principali contributi su temi che fanno parte della più ampia costellazione dell’educazione alla pace: memoria e dialogo, razzismo e antirazzismo, dialogo interculturale, pedagogia della shoah, pensiero delle differenze, cittadinanza planetaria, sostenibilità e trasformazione nonviolenta dei conflitti. In ciascuno dei brevi paragrafi del libro viene indicata una traccia di argomentazione, che poi dovrà essere sviluppata dagli insegnanti secondo specifici percorsi didattici. E’ questo un percorso lungo il quale occorrerà proseguire questo lavoro, se non ci si vuole limitare alle pur necessarie esortazioni: percorsi didattici, sperimentazioni, confronto con insegnanti e studenti, documentazione delle esperienze per una messa a punto di strategie educative che rendano sempre più efficace il lavoro di educazione alla pace per le giovani generazioni, e non solo.

Note: http://www.paginatre.it/online/2011/12/27/5525/

http://paolocalabro.blogspot.com/2011/12/l-tussi-educazione-e-pace-ed-mimesis.html

http://paolocalabro.blogspot.com/2009/03/case-editrici-mimesis.html

http://www.mimesisedizioni.it/Press/Rassegna-Stampa/Serenoregis.org-Nanni-Salio-su-Educazione-e-pace-di-Laura-Tussi.html

Allegati

Articoli correlati

  • Il Giorno della Memoria della Shoah nel Comune di Alife
    Pace
    Presso l'Albero della Pace di Alife - Caserta

    Il Giorno della Memoria della Shoah nel Comune di Alife

    Comune di Alife situato nel Parco regionale del Matese. Presso l'Albero della Pace dedicato ai percorsi della grande guerra, si sono svolte la cerimonie di nomina delle "Guide Escursionisti per la Pace" e di intitolazione della scultura "Guardiano della Pace"
    9 febbraio 2021 - Laura Tussi
  • 27 gennaio - Giorno della Memoria: lettera a Primo Levi
    Pace
    Il 27 gennaio 1945 l’Armata Rossa libera il campo di concentramento di Auschwitz

    27 gennaio - Giorno della Memoria: lettera a Primo Levi

    Ti rivolgi a noi che pratichiamo ancora oggi Antifascismo, ossia consideriamo i soprusi, le ingiustizie, e abbiamo a cuore la condizione di chi si trova nel bisogno e nell’indigenza, di chi vive le difficoltà e le ingiustizie sociali.
    27 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • TPAN: una data storica per l’umanità
    Pace
    TPAN. Un’autentica svolta per l’umanità. Uno dei più grandi traguardi del pacifismo mondiale

    TPAN: una data storica per l’umanità

    Il 22 gennaio 2021 entra in vigore a livello mondiale il TPAN- Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari, uno dei tanti tasselli del lavoro e del percorso per la pace del XXI secolo
    12 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • Riflessioni di un obiettore di coscienza e di una attivista
    Pace
    Ricorda Calamandrei: basta guerre, distruzioni, viviamo in altri modi e mondi possibili

    Riflessioni di un obiettore di coscienza e di una attivista

    Dalla Seconda Guerra Mondiale, al processo di Norimberga, dai movimenti per la nonviolenza e il disarmo, fino a arrivare alle Università per la Pace
    12 dicembre 2020 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)