Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

4 novembre, arrivano "ordini dall'alto" alle forze dell'ordine

Cagliari: intervento per intimiditire i pacifisti

Antonello Repetto racconta: "Mi hanno strattonato e strappato il manifesto dalle mani". A Campo Rossi alle 11.30 c'era il presidio militare e la celebrazione della "vittoria".
4 novembre 2004

Sul cartello c'era scritto "Quinto non uccidere. Agli ordini rispondi signornò". E' arrivato il 112 e alle 11.30 a due pacifisti è stato agitato lo spauracchio del codice penale. Il manifesto è andato sotti i piedi di un agente in borghese. "Ordini dall'alto", ha detto. A raccontare è Antonello Repetto, di Pax Christi, che assieme ad un altro attivista di Mani Tese stava testimoniando per la pace all'esterno di Campo Rossi. Quindi fuori dal perimetro militare. Le bandiere arcobaleno hanno attirato le forze dell'ordine e - nonostante la condotta totalmente nonviolenta dei due attivisti - è scattata una sgarbata forma di allontanemento. "Ma quale articolo del codice penale stiamo violando?"
Non lo hanno potuto sapere.

Alle 9.30 l'iniziativa nonviolenta di dissenso rispetto alle celebrazioni militari del 4 novembre si era svolta anche di fronte al monumento ai caduti dove c'era la cerimonia principale. Lì la protesta silenziosa si è svolta senza problemi.

PeaceLink aveva invitato, tramite un volantino e un appello (http://lists.peacelink.it/pcknews/msg08459.html), a manifestare pacificamente nelle piazze dove si celebrava il 4 novembre.

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)