Palestina

Il libro di Francesca Borri edito da Manifestolibri

"Qualcuno con cui parlare"

Interviste a israeliani e palestinesi

"Per questa intervista, per le sue opinioni, Maria Saleh rischia l'arresto". Il libro di Francesca Borri

Siamo a pagina 57 del libro di Francesca Borri "Qualcuno con cui parlare", un libro con interviste a palestinesi e israeliani. Un libro che vuole andare dentro le storie delle persone per "smentire le narrazioni dominanti", come si legge nell'introduzione.

"Perché il problema non è solo quello che non ti insegnano, nelle nostre università, ma è anche, soprattutto, quello che ti insegnano", spiega Francesca Borri.

Sì, perché "questa nostra cultura, tutta costruita così, come se il mondo fossimo noi" non va bene, non rispecchia la realtà. E Francesca va a scegliere quello che rompe i nostri schemi e apre alla realtà: "Non è un libro di interviste , ma piuttosto un libro in forma di interviste, o meglio ancora: interazioni, perché domande e risposte, narrato e narratore continuamente, inavvertitamente si invertono".

Ed ecco un passaggio che mi sono sottolineato per bene: "Non è un libro a sostegno di una tesi. Questo è un libro a sostegno e tutela del dubbio".

Note: www.manifestolibri.it

Articoli correlati

  • L’attivismo per la Palestina
    Palestina
    Un popolo distrutto dallo strapotere di un governo occupante e criminale

    L’attivismo per la Palestina

    Gaza vive ancora grazie a questo Mosaico di Pace attivista e alle tante associazioni filopalestinesi che spendono e dedicano la vita a una causa nobile come è la sopravvivenza ed esistenza del popolo palestinese e di tutti i popoli del mondo, nel filo rosso dell’amore per l’umanità intera
    2 giugno 2020 - Laura Tussi
  • Come i Palestinesi vedono la guerra siriana
    Palestina
    I Palestinesi sono ora convinti che la loro causa non sia una priorità dell’opposizione siriana

    Come i Palestinesi vedono la guerra siriana

    Un sondaggio del settembre 2012 rilevò che quasi l’80% degli intervistati in Cisgiordania e Gaza sostenevano i manifestanti e l’opposizione siriana. Ma nel corso degli anni, quando la rivolta siriana si trasformò in un sanguinoso conflitto settario, le posizioni iniziarono a cambiare.
    Adnan Abu Amer
  • Parlamento tedesco: protesta contro la mozione anti-BDS 
    Palestina
    Berlino. Si chiede al governo tedesco di lottare contro razzismo e apartheid

    Parlamento tedesco: protesta contro la mozione anti-BDS 

    Il BDS (Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni) è il movimento globale nonviolento composto da attivisti palestinesi, israeliani e persone della società civile il cui scopo è di perseguire la piena uguaglianza in termini di libertà, giustizia e dignità nella terra Palestina e Israele
    13 luglio 2019 - Francesco Barbati
  • Proseguono gli scioperi della fame dei prigionieri palestinesi
    Palestina
    Articolo di Alessandra Mincone da Nena News

    Proseguono gli scioperi della fame dei prigionieri palestinesi

    Dalla prigione di Ashqelon a quella di Damon i detenuti palestinesi, donne e uomini, portano avanti questa forma di protesta che riesce a frenare abusi e restrizioni attuate dalle autorità carcerarie israeliane
    10 luglio 2019 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)