Voltana

Vecchio antifascista, fu un punto di riferimento della Resistenza a Voltana

In ricordo di Angelo Filippi

La mattina del 13 agosto 1944, in un rastrellamento delle Brigate Nere, fu catturato e fucilato con suo figlio Oriano, assieme ad altri antifascisti. Il 10 giugno 1944 era stato già catturato e fucilato Gustavo, un altro figlio di Angelo Filippi. Dei figli di Angelo rimase solo la figlia Lorica, allora 17enne.
22 luglio 2007
Luciano Marescotti

Ecco un uomo, dell'età circa di mio padre.

Quando io a Voltana, da giovane, mi destreggiavo nell'arte muraria nella sua cantina per la costruzione di una vasca per il mosto, ebbi la fortuna di conoscerlo da vicino. Era la costruzione di una vasca interrata, economica, sicura, nuova. Mi dicono che quella vasca c'è ancora ed è utilizzabile. E qui, bisogna ripeterlo, il buon senso è anche valore economico.

Questo buon senso in casa Filippi non mancò mai, accompagnato da una interiore e ricca umanità che viene dalla terra ben coltivata e dall'onestà di una vita sempre ben spesa con amore, fermezza, coraggio.

Solo la viltà assassina di una dittatura velleitaria poteva barbaramente spegnerla.

Porto con me il suo ricordo, quello di un amorevole padre che sa starti vicino sempre.

Senti il suo respiro che è mescolato al tuo. Come quando mi teneva ben stretto per i piedi, perché le mie mani erano in fondo alla vasca per vetrificare la cementata che non doveva assorbire il prezioso nettare.

Onore a te, Angelo.

E ciò si sappia e sia ripetuto a voce chiara, scandita.

Sempre, sempre, sempre.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.24 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)