Voltana

Ciambella romagnola

22 luglio 2007

Ingredienti

Perché questa ciambella è importante
Questa non è una semplice ricetta. E' stata per tanti anni una consuetudine di affetto. Mia nonna Pierina abitava a Voltana e - quando ogni estate da Taranto andavamo da lei nei mesi estivi - ce la faceva trovare pronta al nostro arrivo. Non mancava mai. Era il suo benvenuto perché sapeva che ci piaceva tantissimo. Da quando la nonna è venuta a mancare, questa ricetta ce la ricorda. Ogni volta che prepariamo la ciambella è come se rivivessimo con lei i momenti della preparazione. E' come se fossimo in sua compagnia. C'è chi prega per ricordare una persona. C'è chi aspetta il 2 novembre. C'è chi fa una ciambella.

Alessandro

- mezzo chilo di farina
- 350 grammi di zucchero
- 2 uova
- 120 grammi di burro (o strutto)
- buccia di limone
- un pizzico di sale
- 1 bustina di lievito per dolci (dose per mezzo chilo)
- un po' di latte

Preparazione

Battere le uova con lo zucchero e il limone. Dopo lo strutto o il burro (che va ammorbidito a temperatura ambiente per poterlo lavorare con le uova e lo zucchero), aggiungere un po' per volta la farina. Aggiungere poi il latte e per ultimo fare una fossetta centrale nella quale mettere il lievito e un po' di latte.

Si unge un poco la teglia con il burro, si versa l'impasto nella teglia e si mette mette il tutto nel forno già caldo.

ciambella


Che tipo di forno avete?

Se avete il forno a gas, deve essere già a 200 gradi.
Dopo 20 minuti, occorre aprire il forno (non spegnendolo); sotto la teglia va messa dell'acqua in un recipiente da forno per evitare che si bruci da sotto e si deve coprire il dolce con carta da forno.
Si continua ancora la cottura per 30-40 minuti finché non è dorata la parte superiore.

Se invece avete il forno elettrico tradizionale la temperatura deve essere di 180 gradi e la cottura è più breve: circa mezz'ora (senza mettere acqua e carta).

Con il forno elettrico ventilato la temperatura può essere di 165 gradi per una durata di soli 20 minuti circa.

Note: Variante con le mele

All'impasto, prima di aggiungere il lievito, si possono aggiungere due mele gialle affettate sottilmente e insaporite con succo di limone e un po' di zucchero. Questa variante dà una particolare morbidità alla ciambella. Tuttavia - per scrupolo verso la tradizione - va detto che la ricetta "romagnola" originale non prevederebbe le mele.
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)