ZeroIpa

Il libro, la recensione

"Zero Ipa"

Come renderci protagonisti del monitoraggio ambientale al servizio della salute dei nostri bambini
8 settembre 2015
Daniela Montano

Letto, fatto. Tutto d'un fiato. Senza soluzione di continuità. Ormai da tempo rifiuto la lettura di testi che, partendo dalla triste realtà, non lasciano scampo ma solo angoscia, amarezza, impotenza e rabbia. In "Zero IPA" c'è quel famoso "Si può fare!" come risposta alla domanda: "C'è qualche possibilità?". Spiegato con semplicità e con accurata indagine delle fonti, è un invito alla "citizen science" (alla cittadinanza attiva). Perché tutti possiamo (dobbiamo) renderci protagonisti del monitoraggio ambientale "al servizio della salute dei nostri bambini, che sono molto più fragili di noi". E il testo non è frutto di illusione ma fornisce precisi riferimenti legislativi e scientifici. Il libro "Zero IPA"

Certo, auspicabile sarebbe una politica ambientale del Comune che comprendesse l'essenzialita' di quel binomio, tanto bene spiegato, "ambiente-economia", che collega il valore di mercato delle cose alla bellezza e salubrità dei luoghi, per esempio. Ma, nell'attesa, possiamo tutti farci parte attiva con strumenti semplici e facilmente reperibili - oltre che attraverso la consapevolezza e l'informazione - che stimolano le agenzie di controllo ambientale a effettuare più accurati monitoraggi. E per i più giovani... proposte di percorsi didattici. Perché si attui la esternata finalità: "Abbiamo un sogno. È il sogno di un futuro diverso, che guardi alla bellezza della Terra come al bene prezioso, unico e inestimabile che la storia ci ha consegnato". Quanti siamo a condividere lo stesso sogno?

Note: Il libro http://www.euthink.it/2015/09/03/e-uscito-zero-ipa-il-monitoraggio-ambientale-dei-cittadini/

Articoli correlati

  • Ecodidattica
    Ecodidattica a Taranto, formazione dei docenti

    Monitoraggio indoor e outdoor degli IPA

    La strategia Zero IPA, un ambiente meno inquinato è possibile
    26 novembre 2016 - Alessandro Marescotti
  • Come cuocere le castagne evitando di sprigionare sostanze cancerogene
    Ecodidattica
    Caldarroste, abbiamo analizzato gli IPA prodotti durante la cottura

    Come cuocere le castagne evitando di sprigionare sostanze cancerogene

    Durante il processo di combustione la fiamma entra a contatto con le castagne producendo molecole che sono nocive, specie se al fumo sono esposti i bambini. Vi proponiamo una ricetta per non rinunciare alle castagne e al loro sapore.
    16 novembre 2016 - Alessandro Marescotti
  • Ecodidattica
    Dopo le prime presenze registrate nell'incontro di avvio del 12 gennaio 2016 all'IISS Righi - alla presenza del Dirigente scolastico - sono giunte via via nel tempo le manifestazioni di interesse registrate al protocollo della scuola

    La rete di Ecodidattica

    Scuole e associazioni stanno creando una rete che deve ancora allargarsi. E' giunta anche la manifestazione di interesse di Arpa Puglia
    24 febbraio 2016
  • Ecodidattica

    Citizen science

    22 ottobre 2016
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)