PeaceLink Abruzzo

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Peppino Impastato siamo noi, nessuno si senta escluso
    I santini delle commemorazioni offendono la memoria dell'Antimafia vera

    Peppino Impastato siamo noi, nessuno si senta escluso

    L'unica vera memoria rispettosa è il pretendere giustizia, lo svelare i meccanismi del Potere, con nomi, cognomi, trame, denunciando e mai tacendo. Peppino non è un santo per laici altari, è un fuoco che deve arderci dentro.
    7 maggio 2013 - Alessio Di Florio
  • Il governo Americano conferma il legame tra terremoti e fratturazione idraulica

    Il governo Americano conferma il legame tra terremoti e fratturazione idraulica

    Il 5 novembre 2011 un terremoto di magnitudo 5.6 ha scosso l'Oklahoma ed è stato percepito fino in Illinois.
    Fino a due anni fa in Oklahoma normalmente venivano registrati circa 50 terremoti all'anno; ma nel 2010 circa 1047 sismi hanno scosso lo stato.
    14 giugno 2012 - John C. K. Daly
  • Il grande Sirkosky
    Microstoria di un incendio e dell'irrazionalità di chi non lo previene

    Il grande Sirkosky

    Mantenere un canadair in Italia è costoso, ma previene gli incendi. Quanto ci costa invece tenere attivi gli elicotteri per l'esercito?
    14 aprile 2012 - Gregorio Piccin
  • Anch'io sono nata a L'Aquila
    Agli amici voglio raccontare ...

    Anch'io sono nata a L'Aquila

    "Quando arrivavo in piazza S.Maria di Roio, vedevo mia nonna che mi aspettava dietro la finestra nella nostra casa, accanto a uno dei più bei palazzi barocchi dell'Aquila, quello dei Rivera"
    13 aprile 2012 - Silvia Pietra
Dichiarazione stampa di Abruzzo Social Forum e PeaceLink Abruzzo

Si faccia chiarezza sulla gestione della Protezione Civile

Non lasciamoci distrarre! Non concentriamo l'attenzione su elementi marginali della vicenda
16 febbraio 2010

L'Aquila, centro storico

Le indagini di questi giorni della procura di Firenze, che hanno portato anche ad un avviso di garanzia a Guido Bertolaso, massimo responsabile della Protezione Civile, mettono sotto accusa l'intero sistema degli appalti e della gestione delle emergenze da parte della Protezione Civile stessa. Autoritarismo, antidemocraticità, militarismo, mancanza di trasparenza e possibilità di controlli istituzionali sugli appalti e sull'intera gestione.

Tante sono le accuse che fin da giugno di questo anno l'Abruzzo Social Forum, alcuni comitati cittadini ed altri (una corposa documentazione si trova nel libro 'Potere assoluto' di Michele Accorsi) hanno lanciato alla dirigenza della Protezione Civile.
Durante le giornate della mobilitazione contro il G8 parlammo dello stravolgimernto delle più elementari garanzie democratiche quasi un colpo di stato strisciante, un modello autoritario di gestione della catastrofe che sarebbbe tornato utile per la gestione non solo di altre emergenze ma della stessa normalità politica.

Oggi rimbalzano sulla stampa le notizie su possibili giri di escort intorno al sottosegretario Bertolaso.
Si parla solo di responsabilità derivanti dalla emergenza o delle inqualificabili frasi di imprenditori amici. E i poteri forti del Governo, del potere istituzionale locale e di quello religioso sono stati solerti nel difendere tout-court "l'uomo della Provvidenza".

Non lasciamoci distrarre! Non concentriamo l'attenzione su elementi marginali della vicenda e non dimentichiamo mai che chi doveva rispondere alle esigenze di prevenzione e di protezione di una città che subiva da tempo scosse sismiche non poteva che essere la Protezione Civile e che questa prima del terremoto è stata completamente inadeguata e colpevolmente incapace.

Le indagini della Procura di Firenze siano l'occasione per fare chiarezza e fermare la deriva di un organismo importantissimo e preziosissimo ma che si è trasformato da un organo al servizio di un Paese ad uno al servizio del Governo di turno, in un organo istituzionale ad appannaggio di una sola persona e che sta diventando una spa adatta a privatizzare parti importanti dell'Amministrazione pubblica, sottraendoli alla democrazia.

info@abruzzosocialforum.org
abruzzo@peacelink.it

http://www.abruzzosocialforum.org http://www.peacelink.it/abruzzo

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy