Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • La guerra uccide non solo d'estate
    Le parole di saluto di Salar Hussein mi arrivano dirette allo stomaco: “Pregate per noi”. Nella loro naturalità, dicono più di tanti discorsi.

    La guerra uccide non solo d'estate

    Il popolo curdo consapevole di avere vissuto una pace provvisoria. La minoranza yazida memore di innumerevoli persecuzioni nel passato. La storia sembra ripetersi ma questa volta il rischio di sconvolgimenti permanenti nei popoli della regione è tragicamente reale.
    15 agosto 2014 - Andrea Misuri
  • La III Guerra in Iraq, stavolta senza tamburi. Un motivo c'è

    La III Guerra in Iraq, stavolta senza tamburi. Un motivo c'è

    Ancora una guerra in Iraq! Ma questa volta niente allarmismi. Governo e stampa non cercano di venderci un intervento italiano, anzi, ne parlano appena appena. Come mai? Da una tavola rotonda ISPI dell'7 luglio a Roma (Centro Studi Americani) forse la risposta.
    12 luglio 2014 - Patrick Boylan
  • Troppa riservatezza nel processo Manning
    Richiesto il Premio Nobel per la Pace per Bradley Manning

    Troppa riservatezza nel processo Manning

    Julian Assange e una coalizione di giornalisti statunitensi hanno citato in giudizio l’esercito riguardo la trasparenza nel caso Manning.
    6 giugno 2013 - Bradley Manning Support Network
  • Anche noi stiamo dalla parte di Bradley!
    Mobilitazione internazionale di sostegno a Bradley Manning

    Anche noi stiamo dalla parte di Bradley!

    Firma anche tu la petizione promossa dal "Bradley Manning Support Network" e unisciti ai firmatari della lettera all'ambasciatore statunitense Thorne promossa da PeaceLink.
    31 maggio 2013 - Associazione PeaceLink

APPELLO SULL’USO DEL FOSFORO BIANCO IN IRAQ

E' terminata la stesura della dichiarazione che l’International Peace Bureau di Ginevra ha emanato sull’impiego bellico di armi al fosforo bianco durante la campagna militare americana in Iraq.
18 gennaio 2006 - International Peace Bureau

E' terminata la stesura della dichiarazione che l’International Peace Bureau di Ginevra ha emanato sull’impiego bellico di armi al fosforo bianco durante la campagna militare americana in Iraq.

Questo appello è stato realizzato con il contributo di scienziati ed esperti e vuole essere un costruttivo contributo della Società Civile alla protezione delle popolazioni civili in Iraq, come in ogni altro conflitto.

"International Peace Bureau emana la seguente Dichiarazione al fine di offrire specifiche informazioni sugli aspetti fisico bio-chimici e sugli effetti sulla salute umana e sull’ambiente derivanti dall’esposizione al fosforo bianco e ai suoi fumi. Il documentario “Fallujah: la strage nascosta.” di Ranucci e Torrealta, messo in onda per la prima volta il 7 Novembre 2005 da RAINEWS 24, ha dato piena evidenza al fatto che la morte, le gravi sofferenze e le importanti lesioni al corpo e alla salute fisica di combattenti e civili iracheni sono state causate anche dal deliberato impiego di armi al fosforo bianco durante l’assedio di Fallujah (8-11 Novembre 2004) ad opera delle forze militari statunitensi in Iraq. Le informazioni sugli aspetti fisico bio-chimici e medico-legali sono allegate alla Dichiarazione, della quale costituiscono parte integrante."

Note:

Scarica i documenti originali dal sito di IPB-Italia:


N.B. Leggi anche LUTTO MONDIALE PER LA MORTE DEL DIRITTO, che rimanda a vari articoli e documenti correlati.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies