Disarmo

RSS logo

Mailing-list Disarmo

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Disarmo

...

Gli articoli di PeaceLink

  • Sosteniamo il Trattato internazionale per mettere al bando le armi nucleari
    Il diritto internazionale vieta l'uccisione dei civili

    Sosteniamo il Trattato internazionale per mettere al bando le armi nucleari

    Qui trovate anche un dossier che raccoglie i più importanti documenti di questo storico processo negoziale. Nel 2017 si terranno i negoziati dal 27 al 31 marzo e dal 15 giugno al 7 luglio.
    22 dicembre 2016 - Associazione PeaceLink
  • Presentazione del libro "La follia del nucleare"
    Recentemente l'ONU ha votato a favore della messa al bando delle armi atomiche

    Presentazione del libro "La follia del nucleare"

    PeaceLink a Taranto dedica l'iniziativa del 4 novembre al disarmo nucleare e alle persone che lavorano per la pace. Alla libreria Gilgamesh (via Oberdan 45, Taranto) alle ore 18 sarà presentato il libro "La follia del nucleare".
    3 novembre 2016 - Alessandro Marescotti
  • La splendida Sardegna straziata dalle esercitazioni militari
    Manifestazione nazionale a Capo Frasca

    La splendida Sardegna straziata dalle esercitazioni militari

    Non è accettabile, mentre si discute pressantemente del futuro del paese, di risorse scarse, di sacrifici, che si maltratti in questo modo un così immenso patrimonio di bellezza
    13 settembre 2014 - Lidia Giannotti
  • Il Tar Lazio e i poligoni militari

    Il Tar Lazio e i poligoni militari

    C'erano rapporti, perizie e le nanoparticelle di uranio nei suoi organi, ma a un militare ammalato era sempre stato negato un risarcimento. Il Tar sta ai fatti e smentisce i Ministeri
    28 luglio 2014 - Lidia Giannotti
  • "Raccontate del MUOS e dei suoi danni"
    Appello dell'Associazione Ritaatria

    "Raccontate del MUOS e dei suoi danni"

    Il "Mobile User Objective System" è un potente strumento di telecomunicazione USA (uno dei 4 nel mondo) Per i Comitati, gli intellettuali ne parlano poco
    1 febbraio 2014 - Lidia Giannotti

Ultime dalla Rete Disarmo

...
  • Dalla grande Finmeccanica all'improbabile genio di Leonardo fino al Banco dei Medici

    Dalla grande Finmeccanica all'improbabile genio di Leonardo fino al Banco dei Medici

    Leonardo vede Industry 4.0 da una posizione privilegiata, essendo al contempo azienda manifatturiera leader nel settore dell’Aerospazio e Difesa e della Sicurezza e fornitore di soluzioni e servizi per l’Industria
    28 marzo 2017 - Rossana De Simone
  • Ban the bomb, oggi iniziano i negoziati a New York
    Volantini per sensibilizzare sulle armi atomiche

    Ban the bomb, oggi iniziano i negoziati a New York

    Qui forniamo un po' di materiali e di link. Fai la tua parte, stampa, diffondi, parlane con le persone che conosci. L'ONU dei popoli comincia da noi, dalla nostra azione per la pace e il disarmo
    26 marzo 2017 - Alessandro Marescotti
  • War games Usa e Nato in Sicilia? No grazie

    War games Usa e Nato in Sicilia? No grazie

    No Dynamic Manta, stop ai war games Usa e Nato in Sicilia! Presidio ad Augusta, domenica 19 marzo ore 10:30
    13 marzo 2017 - Coordinamento Regionale Comitati NO MUOS
  • Europarlamentari contro la Bomba
    Lo votano anche gli europarlamentari del PD

    Europarlamentari contro la Bomba

    Testo approvato dal Parlamento Europeo il 27 ottobre 2016
  • Colpo di sonno nucleare
    "L'erronea indicazione di voto favorevole – spiega sempre il governo – è stata successivamente rettificata dalla nostra Rappresentanza"

    Colpo di sonno nucleare

    Il 27 ottobre 2016, durante il governo Renzi, l’Italia (accodandosi agli Stati Uniti) ha votato «No», nella prima commissione dell'Assemblea generale, alla risoluzione che proponeva di avviare nel 2017 negoziati per un Trattato internazionale volto a vietare le armi nucleari, risoluzione approvata in commissione a grande maggioranza. Successivamente, il 23 dicembre 2016 durante il governo Gentiloni, quando la stessa risoluzione è stata votata all'Assemblea generale delle Nazioni Unite, l’Italia ha invece votato «Sì» insieme alla maggioranza.
    Capovolgimento della posizione italiana? No, solo un errore tecnico. «Tale errore – spiega il governo nella risposta scritta – sembra essere dipeso dalle circostanze in cui è avvenuta la votazione, a tarda ora della notte». In altre parole il rappresentante italiano, probabilmente per un colpo di sonno, ha premuto il pulsante sbagliato.
    Manlio Dinucci
  • Il nuovo Libro bianco della Difesa: Militarismo industriale per il nuovo ordine multipolare

    Il nuovo Libro bianco della Difesa: Militarismo industriale per il nuovo ordine multipolare

    La situazione odierna non consente di sottovalutare che il coinvolgimento diretto in talune delle crisi in atto o potenziali potrebbe diventare un impegno inevitabile
    7 febbraio 2017 - Rossana De Simone
  • Make Naj Not War

    Make Naj Not War

    La riforma delle Forze armate in senso professionale è stata la chiave di volta tecnica di questa inedita belligeranza italiana/europea
    14 gennaio 2017 - Rossana De Simone
  • Un voto all'ONU, l'Italia cambia e dice di sì
    Disarmo nucleare

    Un voto all'ONU, l'Italia cambia e dice di sì

    L’Italia ha votato a favore dell'avvio dei negoziati per mettere fuori legge le armi nucleari, cambiando il voto contrario alla stessa risoluzione espresso nella commissione disarmo il 27 ottobre scorso
    Giorgio Nebbia
  • Sosteniamo il Trattato internazionale per mettere al bando le armi nucleari
    Il diritto internazionale vieta l'uccisione dei civili

    Sosteniamo il Trattato internazionale per mettere al bando le armi nucleari

    Qui trovate anche un dossier che raccoglie i più importanti documenti di questo storico processo negoziale. Nel 2017 si terranno i negoziati dal 27 al 31 marzo e dal 15 giugno al 7 luglio.
    22 dicembre 2016 - Associazione PeaceLink
  • C'è un buco legislativo rispetto ai ‘Robot Killer’

    I robot armati di domani: veri 007, con licenza di uccidere

    La prossima generazione di armi negli arsenali militari potrebbe essere costituita da “robot killer”, macchine che selezionerebbero e distruggerebbero un target specifico senza bisogno dell’intervento umano. Ma se un robot infrangesse la legge, chi ne sarebbe ritenuto responsabile? Bisognerebbe mandare davanti ad un tribunale il programmatore, il produttore, il comandante militare o... il robot?
    11 aprile 2015 - Russell Christian (HRW), traduzione di Carmela Palombi
Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2017 ore 04:15
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies