GDP - Contributi

Video Podcast

Video Podcast

Ultime novita'

Gallerie Fotografiche

Agricoltura - Uso troppo “disinvolto” di pesticidi ed anticrittogamici

150 casi di intossicazione da anticrittogamici in agricoltura

In pochi giorni in Puglia si sono verificati due casi di intossicazione da anticrittogamici. I due episodi verificatisi in provincia di Bari e Brindisi hanno portato in ospedale 150 agricoltori che lavoravano nei campi mentre venivano irrorati anticrittogamici in un campo a poca distanza.
13 luglio 2008 - Matteo Della Torre (Casa per la nonviolenza, associazione di ispirazione gandhiana)
Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

Riprendiamo dalla Gazzetta del Mezzogiorno due notizie che dovrebbero far riflettere il mondo agricolo, la politica e i consumatori.

Trattamento con anticrittogamico in viticoltura

Caso 1 - BRINDISI – Una cinquantina di agricoltori sono stati soccorsi all’ospedale «Perrino» di Brindisi, probabilmente per un principio di intossicazione causato da anticrittogamici.
È accaduto in località Restinco (Brindisi) dove sembra che gli antricrittogamici, irrorati in un campo a poca distanza dove gli agricoltori stavano lavorando, spinti anche dal vento, hanno causato difficoltà respiratorie, aggravate anche dal forte caldo. Nessuno dei contadini è stato ricoverato, e dopo le cure sono tornati tutti a casa. I carabinieri della Compagnia di Brindisi hanno avviato indagini per accertare eventuali responsabilità.

Caso 2 - BARI - Sono stati quasi tutti dimessi (tranne sei) i circa cento coltivatori che ieri al lavoro nelle campagne di Turi sono rimasti intossicati dall’anticrittogamico con cui stavano irrorando le viti. I lavoratori, che avevano accusato dei malori e trasferiti per controlli nel Policlinico di Bari e in altri ospedali, sono stati quasi tutti dimessi.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies