Pace

RSS logo

Mailing-list La nonviolenza è in cammino

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista La nonviolenza è in cammino

...

    Pena di morte

    17 Articoli - pagina 1 2
    • Nel regime islamico il Dio assoluto è l’Ayatollah Alì Khamenei. I suoi collaboratori, come Mahmud Ahmadinejad, hanno creato un clima di terrore e di paura mai conosciuto in precedenza in Iran, neanche nel periodo di Tamerlano

      Uccisione dei prigionieri per salvaguardare il potere dispotico degli Ayatollah dell’Iran

      L’alternativa in Iran non può essere altro che uno sciopero generale, in particolare nelle regioni con forte repressione ( come il Kurdistan iraniano), e, all’estero, oltre alle sanzioni politiche al regime, l’istituzione di un tribunale permanente contro i crimini commessi dal regime della Repubblica islamica( i nomi sono noti a tutti gli attivisti e le organizzazioni umanitarie di tutto il mondo).
      3 gennaio 2011 - Mohsen Hamzehian
    • La più grande assassina della storia
      Dal 1890 miete vittime. E non vuole smettere.

      La più grande assassina della storia

      Senza sangue e in modo sistematico.
      I mandanti sono noti: è come un sicario, uccide su commissione. Con una certa predilezione per neri e povera gente.
      18 dicembre 2010 - Beniamino Trucco
    • Esecuzioni illegali in Nigeria

      La Nigeria accusata di eseguire segretamente condanne a morte

      All'indomani del voto sulla moratoria contro la pena di morte alle Nazioni Unite, la Nigeria rimane uno dei paesi principali su cui si concentrano le pressioni per un maggiore impegno sull'abolizione della pena capitale
      19 dicembre 2007 - Matteo Figus
    • Terrore del Regime Islamico dell'Iran

      Terrorismo, Guerra e pena di morte in Iran

      Uccidere, in particolare in pubblico, è considerato un atto barbarico in tutto il mondo civile. Al contrario in Iran è una pratica quotidiana ( 207 impiccati dall’inizio dell’anno). Ufficialmente vorrebbe essere una lezione alle persone che osano disobbedire alle leggi del giureconsulto medioevale della Repubblica Islamica dell’Iran, ma in realtà vengono eseguite per creare paura e terrore in tutta la popolazione .
      16 settembre 2007 - Mohsen Hamzehian
    • Kagame e il premio sulla pena di morte, al di là delle polemiche

      2 settembre 2007 - Giampaolo Calchi Novati
    • Appello

      Blocchiamo la lapidazione di Pegah

      Chiediamo al Governo Italiano di impegnarsi perché Pegah non sia lapidata in Iran
      23 agosto 2007 - Doriana Goracci
    • Salviamo i bambini, salviamo il futuro

      30 luglio 2007 - Mohsen Hamzehian
    • Processi extragiudiziari, sommari ed arbitrari nei confronti dei minori in Iran

      6 aprile 2007 - ONU
    • 3 Congresso Mondiale contro la Pena di Morte

      Intervento del rappresentante della Comunità di Sant'Egidio

      Si è svolto a Parigi dal 1° al 3 febbraio
      Mario Marazziti
    • Ucciso Saddam, arriva l'odore della cattiva morte

      Stanotte ho pregato per Saddam

      Era dittatore duro e feroce. E' stato abbattuto da forze e da volontà non più innocenti di lui. Ha invocato Dio, a quanto ci è dato sapere, ancora con arroganza. Dio guarisca il suo cuore, lo accolga, insieme alle sue vittime, ai suoi carnefici poco più vivi di lui, alle vittime delle sopraffazioni, delle guerre, e agli autori di guerre e violenze, che vivono di morte.
      30 dicembre 2006 - Enrico Peyretti
    pagina 1 di 2 | precedente - successiva
    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy