corso

PASSA O NON PASSA LO STRANIERO? Laboratorio sulla gestione dei rapporti con il diverso a cura di Alfredo Panerai e Pio Castagna, formatori alla nonviolenza

7 novembre 2015
ore 09:30

Obiettivi: riflettere sulla realtà relativa alla presenza dei migranti intorno a noi dopo i continui arrivi di questi mesi cercando di individuare comportamenti e atteggiamenti adeguati. L’ineluttabilità del fenomeno ci mette alla prova circa l’atteggiamento ambivalente che possiamo avere, se accoglierli, e eventualmente in che modo , o dare ascolto alla paura e alle diffidenze, a volte soffuse a volte palesi. Si tratta anche di dare il giusto peso a questi timori e cercare di capirne i motivi e i possibili antidoti. Può essere importante, infine, cercare di elaborare strategie e tecniche per sensibilizzare coloro che sono affidati alle nostre attenzioni educative.

Metodologia: apprendimento attivo ossia imparare facendo. Il laboratorio sarà caratterizzato da momenti di riflessione, di messa in comune di esperienze e da momenti di gioco, esercitazioni attinti dal patrimonio del training nonviolento, della comunicazione ecologica e del teatro dell’oppresso.

A chi è rivolto: a tutti coloro che fanno parte del mondo del volontariato, del pacifismo ,della solidarietà, oltre che a educatori, genitori, insegnanti e a quanti sono in rapporto con il diverso. Ma anche a tutti coloro che sono in un percorso di miglioramento e di consapevolezza, nella convinzione che il rapporto con l’altro possa essere opportunità di crescita.

Per maggiori informazioni:
Alessandra Jorio
055 2020375 / 3429143193
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)