Dalle indicazioni europee alla costruzione di una cultura della coesione sociale

Cittadinanza attiva

Per ottenere coesione sociale occorrono relazioni sociali attive: una rete di scambi di informazioni, solidarietà, coinvolgimento di tutti nella partecipazione civile.
29 novembre 2019
Alessandro Marescotti, Daniele Marescotti

Le varie dimensioni della cittadinanza

“La competenza civica si basa sulla conoscenza dei concetti di democrazia, giustizia, uguaglianza, cittadinanza e diritti civili, anche nella forma in cui essi sono formulati nella Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea e nelle dichiarazioni internazionali”.
(Raccomandazione 2006/962/CE del Parlamento europeo e del Consiglio)

Il Parlamento Europeo specifica alle scuole quanto segue: “Le abilità in materia di competenza civica riguardano la capacità di impegnarsi in modo efficace con gli altri nella sfera pubblica nonché di mostrare solidarietà e interesse per risolvere i problemi che riguardano la collettività locale e la comunità allargata”.

Prosegue il Parlamento Europeo: “Ciò comporta una riflessione critica e creativa e la partecipazione costruttiva alle attività della collettività o del vicinato, come anche la presa di decisioni a tutti i livelli, da quello locale a quello nazionale ed europeo, in particolare mediante il voto”.

E ancora: “La partecipazione costruttiva comporta anche attività civili, il sostegno alla diversità sociale, alla coesione e allo sviluppo sostenibile e una disponibilità a rispettare i valori e la sfera privata degli altri”.

Il Parlamento europeo assegna alla scuola il compito educare al saper essere e al saper fare e non solo al sapere.

Sulla base della Strategia di Lisbona ogni scuola europea dovrebbe educare alla cittadinanza attiva per:
- evitare una marginalità sociale e lavorativa dei giovani e dei cittadini;
- scongiurare forme di esplosione del malcontento e favorire la coesione sociale.

L'educazione alla legalità è una strategia di cittadinanza attiva in comunità afflitte da:
- illegalità, clientelismo, rinuncia ai diritti;
- perseguimenti favori personali;
- individualismo e rassegnazione;
- mafia, violenza e perdita della solidarietà;
- “mi faccio i fatti miei” (come filosofia di vita).

Per ottenere coesione sociale occorrono relazioni sociali attive: una rete di scambi di informazioni, solidarietà, coinvolgimento di tutti nella partecipazione civile. Questo consolida il senso di identità e di appartenenza a una collettività. Creare relazioni favorevoli tra individui di una comunità è fondamentale.

Allegati

Articoli correlati

  • Educazione alla pace e alla cittadinanza
    Pace
    Linee guida adottate dal MIUR e trasmesse alle scuole con la nota n. 4469 del 14/09/2017

    Educazione alla pace e alla cittadinanza

    Abbiamo creato questa pagina web con molteplici risorse didattiche perché ciascuno possa essere, dentro la scuola e fuori, artigiano della pace e divenire protagonista della costruzione di un mondo più giusto, libero e solidale.
    Redazione PeaceLink
  • Le otto competenze chiave di cittadinanza
    Ecodidattica
    Nonviolenza, intercultura e lotta ai pregiudizi sono nella Raccomandazione europea

    Le otto competenze chiave di cittadinanza

    Scarica l'allegato a questa pagina web con l'infografica delle otto competenze chiave trasversali per la scuola. Le competenze di cittadinanza sono state riconosciute come competenze da valutare nell'esame di Stato. Riportiamo stralci dalla Raccomandazione europea del 22/5/2018.
    Redazione PeaceLink
  • A scuola di cittadinanza attiva
    Cittadinanza
    Le competenze chiave, appunti per una cultura della partecipazione democratica

    A scuola di cittadinanza attiva

    Un libro per la formazione dei docenti. Il libro nasce infatti dalla mia esperienza di formatore nei corsi di formazione dei docenti ed è a loro che si rivolge, offrendo anche varie mappe concettuali di riferimento
    Daniele Marescotti
  • Didattica dell'educazione civica: scuole in rete per condividere le esperienze
    Cittadinanza
    Un progetto formativo di educazione civica a Taranto nella prospettiva del service learning

    Didattica dell'educazione civica: scuole in rete per condividere le esperienze

    Nei corsi di formazione abbiamo realizzato un padlet di educazione civica per ogni scuola. Poi li abbiamo messi in rete. La comodità di realizzare anche un “padlet di padlet” è quella di avere a colpo d’occhio una bacheca con le esperienze di educazione civica di tutte le scuole
    9 maggio 2021 - Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)