Conflitti

11 - 17 ottobre 2008

Terza Settimana Irachena della Nonviolenza

Una campagna del movimento nonviolento iracheno LaOnf
10 ottobre 2008
Un Ponte Per

LaOnf Oggi in Iraq c'è un movimento crescente di cittadini che cercano di porre fine alla violenza, all'occupazione e alla corruzione attraverso mezzi nonviolenti.

LaOnf è un gruppo di organizzazioni e individui iracheni, appartenenti a tutti i gruppi etnici e religiosi, con diverse provenienze ideologiche e politiche, che si sono uniti per promuovere la nonviolenza come lo strumento di lotta più efficace verso un Iraq indipendente, democratico e pacifico.

LaOnf non è un partito politico né un'organizzazione: è un libero assembramento di persone, al quale ogni Iracheno che sceglie la nonviolenza è benvenuto a unirsi. Ha una struttura democratica composta da consigli e rappresentanti eletti in ciascuno dei 18 governatorati (province) dell'Iraq. I membri di LaOnf rifiutano l'occupazione e la guerra come mezzi per costruire la democrazia e far rispettare lo stato di diritto: credono invece nella promozione del dialogo e della cultura di pace.

Dall'11 al 17 ottobre 2008, i membri di LaOnf svolgono la loro campagna annuale, la Settimana Irachena della Nonviolenza, durante la quale diffondono la cultura della nonviolenza e chiedono misure che assicurino la libertà e la sicurezza degli Iracheni che eserciteranno il diritto di voto durante le prossime elezioni provinciali in Iraq.

Per info sulla Settimana Irachena della Nonviolenza 2008:
http://www.unponteper.it/documenti/III_SettimanaNonviolenza.pdf

Per info sulla storia di LaOnf, con link a foto e video:
http://www.unponteper.it/documenti/LaOnf_storia.doc

******************

ADERISCI ALLA CAMPAGNA INTERNAZIONALE DI SOSTEGNO A LAONF!

1) Dimostra il tuo appoggio firmando una lettera di sostegno agli attivisti di LaOnf.

Clicca qui per firmare:
http://org2.democracyinaction.org/o/5384/t/3350/content.jsp?content_KEY=548

2) Invia una tua foto per testimoniare il tuo sostegno a LaOnf. Scrivi a laonfsolidarity@yahoo.com con un breve messaggio a LaOnf, preferibilmente in Inglese o Arabo.

Foto pervenute:
http://www.flickr.com/photos/laonfsolidarity/

3) Sostieni economicamente le attività di LaOnf in Iraq. Al momento è molto difficile per la società civile irachena ottenere finanziamenti della cooperazione o agenzie internazionali per progetti di mobilitazione sociale di questo tipo. È urgente attivare reti di solidarietà concreta tra popoli. Tutte le somme versate a Un ponte per... con causale “Promozione della nonviolenza in Iraq e Medioriente” verranno usate per finanziare il progetto LaOnf.

Per donare:
http://www.unponteper.it/sostienici/pagina.php?op=include&doc=sottoscrivi

4) Organizza attività di informazione su LaOnf, per raccogliere sostegno della tua comunità e degli enti locali. Parlane in eventi pubblici. Segnala gli eventi e chiedi materiale di supporto scrivendo a:
martina.pignatti@unponteper.it

Eventi segnalati e altre informazioni:
http://www.unponteper.it/informati/article.php?sid=1642

Articoli correlati

  • Il ferroviere di San Siro. Giuseppe Pinelli e la ripresa dell'Unione Sindacale Italiana a Milano
    Pace
    Recensione su Rivista Anarchica - A n. 432 Marzo 2019

    Il ferroviere di San Siro. Giuseppe Pinelli e la ripresa dell'Unione Sindacale Italiana a Milano

    Libro di Franco Schirone. Coedizione Associazione Culturale "Pietro Gori" - Milano e Unione Sindacale Italiana -USI-CIT. Recensione di Fabrizio Cracolici
    26 febbraio 2019 - Laura Tussi
  • Donne e uomini per la pace
    Storia della Pace
    Archivio biografico

    Donne e uomini per la pace

    A questa pagina web è allegato un file con alcune schede biografiche contenenti consigli per la lettura e indicazioni di approfondimento
    14 agosto 2004 - Associazione PeaceLink
  • Giuseppe Pinelli, il ferroviere di San Siro
    Pace
    Presentazione del Libro:

    Giuseppe Pinelli, il ferroviere di San Siro

    Dalla lotta partigiana al movimento anarchico e alla non violenza, Pino era un ottimista che viveva con entusiasmo quel tempo di speranze e di profondi cambiamenti. Con la sua tragica morte è diventato un simbolo dei diritti negati e dei connotati violenti che può assumere il potere
    13 gennaio 2019 - Laura Tussi
  • Abbandoniamo i pesanti deficit di parresia su guerra, terrorismo ed economia
    Conflitti

    Abbandoniamo i pesanti deficit di parresia su guerra, terrorismo ed economia

    Abbandoniamo l’alta filosofia, le raffinate (o interessate?) analisi geopolitiche o sociologiche. Mettiamo in fila, uno dopo l’altro, le banali, lineari verità che questi tempi ci raccontano. Ma che sembra proibito dire, un po’ come il famoso bambino del “vestito nuovo dell’imperatore”.
    3 gennaio 2019 - Alessio Di Florio
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.20 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)