Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Jalal Talabani, un peshmerga, un leader, un uomo di pace
    Jalal Talabani non è stato soltanto, fino al 2014, il Presidente della Repubblica dell’Iraq. E’ stato il garante istituzionale di un Paese nato esattamente un secolo fa.

    Jalal Talabani, un peshmerga, un leader, un uomo di pace

    E’ trascorsa una settimana dal Referendum - così a lungo atteso - per l’indipendenza del Kurdistan Iracheno. Oggi la notizia della morte di Jalal Talabani. I due eventi, casualmente così ravvicinati, sembrano concatenarsi in una sequenza simbolica di passaggio di testimone.
    4 ottobre 2017 - Andrea Misuri
  • F-35

    F-35

    La cinica conclusione nella Relazione speciale sulla partecipazione italiana al Programma F-35 Lightning II della Corte dei conti e la cupa posizione dei sindacati confederali. Di fatto le forze aeree straniere che utilizzano l’F-35 saranno costrette a finanziare con 150 milioni di dollari i laboratori software degli Stati Uniti occupati quasi per il 50% da personale statunitense
    1 settembre 2017 - Rossana De Simone
  • Le bugie sull’Afghanistan
    Nessuna ricostruzione nonostante i 100 miliardi di dollari spesi dagli USA

    Le bugie sull’Afghanistan

    Un triste bilancio sulla missione USA in Afghanistan mentre Trump rilancia e promette "più uomini fino alla vittoria finale"
    24 agosto 2017 - Matthew Hoh
  • New York

    L'era atomica sta per finire - di Alfonso Navarra

    Oggi all'ONU si è varato un Trattato per proibire gli ordigni nucleari.
    7 luglio 2017 - Laura Tussi
Lo ha detto il Segretario alla Difesa americano Rumsfeld

Casa Bianca: ci ritireremo dall'Iraq anche senza averlo pacificato

Prima ammissione dell'incapacità di controllare la situazione. Comincia a serpeggiare la "sindrome del Vietnam".
25 settembre 2004 - Redazione
Fonte: Televideo Rai 25 Set 07:34:18

Oggi il Televideo riporta a pagina 151 una piccola notizia: "RUMSFELD: RITIRO DA IRAQ FORSE PRIMA". Ma è una notizia da editoriale: significa dietrofront, non ce la facciamo. Leggiamola e capiremo in che labirinto si sono messi e come stanno cercando di uscirne salvandone a malapena la faccia.


RUMSFELD: RITIRO DA IRAQ FORSE PRIMA

Gli Stati Uniti potrebbero cominciare a ritirare le loro truppe dall'Iraq
prima che il Paese sia stabilizzato. L'indicazione è arrivata dal Segretario
alla Difesa americano Rumsfeld al termine di un incontro con il premier iracheno Allawi.

"Non credo sia saggio pensare di ridurre le truppe americane e della coalizione solo quando la situazione sarà perfetta e in pace, perchè l'Iraq non è mai stato in pace e credo non lo sarà", ha detto Rumsfeld.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)