Terra Futura 2006

Si avvicina l'edizione 2006 dell'evento: si allarga la rosa dei partner, più spazio ai laboratori


Logo Terra Futura Si lavora già da tempo per preparare l’edizione 2006 di Terra Futura: la Fortezza da Basso, a Firenze, da venerdì 31 marzo a domenica 2 aprile 2006 ospiterà per il terzo anno consecutivo la mostra-convegno internazionale delle buone pratiche di sostenibilità, un evento che fin da subito ha raccolto ampi e importanti consensi.

Consumo critico, commercio equo, finanza etica, responsabilità sociale d’impresa, turismo responsabile, tutela dell’ambiente, energie alternative e rinnovabili, bioagricoltura, bioedilizia, medicine non convenzionali, mobilità sostenibile, pace, diritti umani, cooperazione internazionale…: a Terra Futura sarà possibile conoscere e toccare con mano progetti, esperienze e iniziative che già sperimentano modelli di “altra” economia.
Accanto all’ampia area espositiva e a un intenso calendario di convegni, dibattiti e seminari, alla Fortezza saranno numerosi anche gli spazi laboratorio, in cui i visitatori potranno imparare e sperimentare direttamente buone pratiche quotidiane di sostenibilità e nuovi stili di vita.

Prosegue per la prossima edizione la riflessione sui “beni comuni”, tema trasversale e base di partenza per costruire un’altra economia, che passa attraverso la revisione dei modelli economici attuali e una diversa gestione delle risorse naturali, ma anche attraverso la definizione di modelli nuovi di relazioni sociali, di governo, di lavoro, di partecipazione, di informazione....
Condividendo questo percorso culturale, stanno lavorando insieme i promotori – Fondazione Culturale Responsabilità Etica Onlus per conto del sistema Banca Etica (Banca Etica, Consorzio Etimos, Etica SGR, Rivista “Valori”) e ADESCOOP-Agenzia dell’Economia Sociale - e i partner di Terra Futura; realtà composite e diverse, rappresentanti di ambiti differenti per storia, appartenenza, settore di impegno. I partner sono Arci, Cisl, Fiera delle Utopie Concrete, a cui da quest’anno si sono unite anche Caritas Italiana e Legambiente.
Accanto a loro si allarga via via la rosa delle collaborazioni. Sta qui la forza dell’evento, che intende disegnare un percorso di riflessioni ma pure di scelte e iniziative concrete, di pressioni politiche da praticare insieme, per contribuire a dare un futuro alla terra partendo ciascuno dal proprio quotidiano e dal proprio ambito di intervento e di impegno.

Terra Futura 2006 costituirà anche un’importante tappa di preparazione e avvicinamento al IV Forum Sociale Europeo, che avrà luogo poco dopo ad Atene.

Articoli correlati

  • Business e diritti umani: 6 seminari per il terzo settore
    Ecologia
    Continua la collaboraborazione di Peacelink con Mani tese

    Business e diritti umani: 6 seminari per il terzo settore

    Mani Tese, Oxfam Italia, Fondazione Finanza Etica, Action Aid Italia, Human Rights International Corner e WWF Italia propongono un ciclo di 6 seminari di “knowledge & capacity building” per associazioni e ONG
    24 febbraio 2019
  • Economia
    Un libro di Davide Reina

    "Per un'economia giusta"

    L'autore dice basta allo sfruttamento incondizionato delle risorse, basta alla crescita continua, basta alla speculazione finanziaria, basta alla ricchezza esclusiva, basta i manager onnipotenti e iperpagati. E da specialista della materia propone la sua via d'uscita
  • Il barbiere zoppo: 1969, una ragazza e la scoperta della Resistenza
    Pace
    Recensione al Romanzo di Gino Marchitelli:

    Il barbiere zoppo: 1969, una ragazza e la scoperta della Resistenza

    Progetto Crowdfounding - Infinito Edizioni
    2 luglio 2015 - Laura Tussi
  • Economia
    Documento redatto da 16 Associazioni ambientaliste

    Riconversione ecologica dell'economia

    Sono 5 milioni i posti di lavoro che potrebbero essere creati in Europa conseguendo gli obiettivi dell’Unione Europea al 2020 su clima e energia e sono già oggi 14 milioni e 600 mila i posti di lavoro assicurati dalla biodiversità e dai servizi ecosistemici.
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.27 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)