Consumo Critico

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • La follia del nucleare - Università di Bologna
    PRESENTAZIONE:

    La follia del nucleare - Università di Bologna

    4 giugno 2017 - Laura Tussi
  • Bologna e quella terribile esplosione nella storia di tanti di noi

    Mio nonno su History Channel

    "Come ogni mattina, il 2 Agosto 1980 mio padre e mio nonno salgono sul treno delle 05.10 e partono per Bologna..."
    2 agosto 2012 - Alessandro Ronchi
  • L'Isde ancora sul progetto Moniter
    Precauzione prima dei nuovi impianti

    L'Isde ancora sul progetto Moniter

    Una comunicazione più dettagliata della società italiana di medici per l'ambiente a proposito del progetto Moniter per il controllo delle emissioni degli inceneritori dell'Emilia Romagna
    30 gennaio 2012 - Andrea Aufieri
  • Vivere all'ombra degli inceneritori
    L'Isde commenta i dati del Moniter

    Vivere all'ombra degli inceneritori

    Aumento di tumori nella popolazione adulta, rischio di nascite premature e aborti spontanei: l'Emila Romagna è l'isola felice che Regione e Arpa raccontano?
    22 gennaio 2012 - Andrea Aufieri
Dodici comuni e sei province del nostro paese hanno approvato, per la prima volta in Europa, il Bilancio ambientale accanto al Bilancio finanziario

AMBIENTE: IL BILANCIO "VERDE" RIGUARDA ORA 8 MILIONI DI ITALIANI

10 dicembre 2003 - Roberto Brambilla
Fonte: [Mailing List Rete del Nuovo Municipio] - 10 dicembre 2003

È giunto al termine con successo il progetto CLEAR-LIFE.
Diciotto enti locali hanno approvato un eco-bilancio accanto a quello finanziario.
Lo sviluppo sostenibile è oggi un obiettivo più chiaro per 8 milioni di italiani, pari a circa il 14% della popolazione nazionale. Dodici comuni e sei province del nostro paese hanno infatti approvato, per la prima volta in Europa, il Bilancio ambientale accanto al Bilancio finanziario,
per poter contabilizzare il consumo di risorse naturali e prevedere gli impatti delle principali politiche settoriali, in analogia a quanto avviene con i budget monetari.
Il progetto sperimentale, che termina in questi giorni dopo due anni di lavoro, si chiama CLEAR (City and Local Environmental Accounting and Reporting - Contabilità e report ambientali di città e comunità locali).
Ha un valore complessivo di 1.928.664,00 Euro (circa 3 miliardi e 730 milioni di lire) ed è stato cofinanziato al 50% dalla Commissione europea nell'ambito del programma LIFE-AMBIENTE.
Partner dell'iniziativa sono i comuni di: Bergeggi, Castelnovo ne' Monti, Cavriago, Ferrara, Grosseto, Modena, Pavia, Ravenna, Reggio Emilia, Rovigo, Salsomaggiore, Varese Ligure; e le province di: Bologna, Ferrara, Modena, Napoli, Reggio Emilia,Torino.

Altri partner sono la Regione Emilia Romagna e l'associazione francese Les Eco Maires (i sindaci "verdi"), che raggruppa circa 600 comuni.
Capofila del progetto è il comune di Ferrara.
Obiettivo principale dell'iniziativa è stato appunto quello di rendere possibile da parte dei 18 enti locali l'approvazione (prima in giunta e poi in consiglio) del proprio Bilancio ambientale, preparato nel corso di un periodo di sperimentazione coordinata.

L'idea innovativa di riforma della governance locale è contenuta nel primo disegno di legge quadro sulla contabilità ambientale dello Stato, delle Regioni, delle province e dei comuni presentata dal senatore Fausto Giovanelli, che già nella passata legislatura era stato approvato dal Senato e attualmente è in discussione nella commissione Ambiente del Senato insieme ad altri testi di analogo contenuto.

Il Bilancio ambientale consente il monitoraggio dell'efficacia e dell'efficienza delle principali politiche dell'ente per ciascun settore, dai trasporti all'energia, dall'urbanistica ai rifiuti,
attraverso indicatori fisici e indicatori monetari. Se diventasse uno strumento di "ordinaria amministrazione", come i partner CLEAR si sono impegnati a fare, aiuterebbe gli amministratori a valutare le priorità e a effettuare le scelte in ogni settore, mantenendo sempre presenti le implicazioni dell'ambiente e quindi la qualità della vita dei cittadini

Nell'ambito del progetto è stato realizzato il manuale "Metodo CLEAR", che contiene i principi guida e le buone pratiche per redigere (tappa per tappa) il Bilancio ambientale locale. Il volume sarà disponibile a partire da metà settembre, anche nella più estesa versione CD-rom che
contiene tutti i materiali, i documenti intermedi e i bilanci approvati dai partner. Entrambe le pubblicazioni sono a cura di Edizioni Ambiente.

Nel sito www.clear-life.it è disponibile un servizio di documentazione riservato alla stampa, nonché tutti i bilanci ambientali dei partner, insieme ai materiali, ai commenti e alle newsletter elaborati durante il progetto.

Note:

www.clear-life.it
Tina Corti cortitin@tin.it

telefono: 02 33602362 mobile: 347 4040402

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)