Cultura

Lista Cultura

Archivio pubblico

Amina Wadud (traduzione italiana di Patrizia Messinese)

Il corano e la donna. Rileggere il testo sacro da una prospettiva di genere

Un libro sorprendente, profondo. Il linguaggio è accademico ma chiaro. Può essere un libro che cambia la vita, analizza in modo dettagliato e senza lasciare niente al caso le parole, i concetti, che sono negli anni stati strumentalizzati per giustificare l'oppressione della donna. Va alle radici del loro significato, li contestualizza, chiarisce le ambiguità. Un'analisi necessaria in qualsiasi contesto religioso.

Il corano e la donna

l Corano e la donna. Una rilettura del testo sacro dal punto di vista femminile (copertina del libro)

Titolo: Il Corano e la donna. Una rilettura del testo sacro dal punto di vista femminile
Autrice: Wadud Amina
Curatore: Guardi J.
Traduttrice: Patrizia Messinese
Editore: Effatà
Collana: Sui generis
Data di Pubblicazione: 2011
ISBN: 978-8-8740-2674-6
Pagine: 192
Prezzo: 12 €

Questo libro non tratta l’argomento generico “L’Islam e le donne”. Non è e neanche un libro sulle donne musulmane. Il Corano e la donna rappresenta un tentativo senza precedenti in quattordici secoli di pensiero islamico: una lettura del Corano per la prima volta inclusiva del mondo e della prospettiva femminile.

L’autrice analizza dettagliatamente il testo e le parole chiave che sono state usate negli anni per limitare il ruolo pubblico e privato delle donne musulmane, perfino per giustificare l’uso della violenza nei loro confronti e, ricorrendo ad argomentazioni essenzialmente teologiche, riesce a farci ritrovare il senso di quelle parole  e la loro collocazione nel contesto  culturale e geografico originario.

Scavando a fondo nel Corano, libera dalle restrizioni prodotte da secoli di interpretazioni androcentriche, Amina Wadud vede confermata la propria tesi secondo la quale  pregiudizi e affermazioni di diseguaglianza nei confronti della donna non trovano luogo nel testo originario del Corano, ma in quelle stesse interpretazioni.

L’autrice aggiunge la propria voce al dibattito pluralista e globale in corso, affermando uno dei princìpi che più hanno bisogno di essere consolidati tra le comunità musulmane e non: il riconoscimento del diritto di parola delle donne in tutte le questioni che riguardano la loro vita.

Con questo libro l'autrice cerca di togliere fondamento alla tesi in base alla quale le ragioni dell'oppressione della donna, nelle società islamiche, sarebbero da ricercarsi nel testo del Corano. Se questo libro potrà essere d'aiuto anche ad una sola donna, allora ne sarà valsa la pena.


Amina Wadud è  professore emerito di Studi Islamici presso la Virginia Commonwealth University di Richmond, in Virginia,  e professore visitatore presso la Starr King School for Ministry di Berkeley, California. Studiosa di fama internazionale e imam, è da anni in prima linea nella lotta per i diritti delle donne nell’ambito delle comunità islamiche.
Nel marzo del 2005 fece scalpore la sua decisione di guidare la preghiera del venerdì a New York davanti ad una congregazione mista, uomini e donne insieme, scatenando una serie di reazioni fortemente polemiche da parte delle frange più conservatrici del mondo musulmano.
Oltre a Qur’an and woman ha pubblicato Inside the Gender Jihad: Reform in Islam (OneWorld, 2006).

Patriizia Messinese è traduttrice e redattrice di PeaceLink di lunga data. L'8 marzo è stato pubblicato il primo libro da lei tradotto "Il Corano e la donna" (Qu'ran and woman) di Amina Wadud (ed. Effatà).

Note: Il libro può essere richiesto alla propria libreria, oppure acquistato on-line presso:

- Libreria Universitaria
- Libreria del Santo
- Best Shopping
- IBS

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)