Cultura

Lista Cultura

Archivio pubblico

5 giugno Giornata Mondiale dell'Ambiente

Nel 1995 Michael Jackson scrisse Earth Song, canzone di denuncia dalla bellezza ipnotica

Le ferite della Terra trovano musica e parole. Chi non conosce Earth Song la ascolti prima di vederne il video o le riprese del concerto live in cui Jackson trovò anche il modo di onorare gli studenti di Piazza Tienanmen
5 giugno 2020

Earth Song di Michael Jackson, il videoclip di Nick Brandt

 

Il videoclip di Earth Song di Michael Jackson fu girato dal regista inglese Nick Brandt in vari paesi, tra cui l’ex Iugoslavia ancora in guerra
Earth Song è una canzone molto bella scritta da Michael Jackson nel 1995. Parla del dolore che abbiamo procurato alla Terra, di una Natura che abbiamo dimenticato persinodi sognare. Forse è un dialogo tra due persone che si interrogano su ciò che accade e sul momento in cui abbiamo sbagliato. Forse qualcuno parla all’Umanità intera, o è l’Uomo che si rivolge a Dio. Oggi in ogni caso, a venticinque anni dalla sua registrazione, le sensazioni sono se possibile anche più intense. 

L’energia della Terra rappresentata nel video si colora di disperazione per il nostro tradimento, gli animali uccisi dai bracconieri, i veleni delle ciminiere, la crudeltà delle guerre, mentre le mani che affondano nella terra, nel ritmo che si fa sempre più denso di intonazioni blues e gospel, la intercettano e guardano a un possibile riscatto e ad una rigenerazione. 

Earth Song live in uno dei concerti dell'HIStory World Tour

L’esecuzione dal vivo risale al suo “HIStory World Tour”, un anno di concerti tenuti da Michael Jackson in 35 paesi dal settembre 1996 all’ottobre 1997.

Michael Jackson canta Earth Song in concerto nel 1997 (HIStory World Tour)

Una tra le scene come sempre molto suggestive dello spettacolo, conclusa la canzone, evoca le proteste del 1989 in Cina per rivendicare libertà e diritti civili, avviate dagli studenti di Pechino e simboleggiate dall’occupazione pacifica della Piazza Tienanmen, sgomberata poi nel sangue il 4 giugno 1989. 

A distanza di tanti anni, la bellezza di questo canto per le lacrime della Terra, ogni parola e sequenza, sono frustate che ci ricordano che non è stato fatto nulla, nulla di ciò sarebbe necessario per fermare i disastri ambientali e le guerre, a difesa del Pianeta e della nostra civiltà.

Earth Song di Michael Jackson

What about sunrise/What about rain
What about all the things that you said/ We were to gain

What about killing fields/Is there a time
What about all the things/That you said were yours and mine

Did you ever stop to notice/All the blood we've shed before
Did you ever stop to notice/This crying Earth, these weeping shores

Aaaaaaaaaaaah, ooooooooooooh

What have we done to the world/Look what we've done
What about all the peace/That you pledge your only son

What about flowering fields/Is there a time
What about all the dreams/That you said was yours and mine

Did you ever stop to notice/All the children dead from war
Did you ever stop to notice/This crying earth, these weeping shores

Aaaaaaaaaaaah, ooooooooooooh
Aaaaaaaaaaaah, ooooooooooooh

I used to dream/I used to glance beyond the stars
Now I don't know where we are/Although I know we’re drifted far

Hey, what about yersterday /(What about us) Ndr.: ripetuto dal coro fino alla fine
What about the seas / The heavens are falling down /I can’t even breathe 

What about the bleeding Earth / Can’t we feel its wounds
What about nature’s worth / It’s our planet womb
What about animals / We’ve turned kingdoms to dust
What about elephants / Have we lost their trust
What about crying whales / We’re ravaging the seas
What aout forest trails / Burnt despite our pleas
What about the holy land / (What about it)
Torn apart by creed /

What about the common man / Can’t we set him free
What about children dying / Can’t you hear them cry
Where did we go wrong / Someone tell me why
What about babies / What about the days                                           
What about the crying man / What about Abraham
What about death again / Do we give a damn

Note: Eventi nel mondo per la Giornata ONU dell'ambiente  https://www.worldenvironmentday.global/get-involved/registered-events )

Articoli correlati

  • Non meno di 15 anni di carcere se in guerra distribuisci volantini "disfattisti" ai militari
    Laboratorio di scrittura
    Attenzione a non diffondere notizie "tendenziose" che possano "deprimere lo spirito pubblico"

    Non meno di 15 anni di carcere se in guerra distribuisci volantini "disfattisti" ai militari

    Se un pacifista distribuisce ai militari dei volantini che "recano nocumento agli interessi nazionali" viene condannato a una pena non inferiore a quindici anni. Non è una legge della Russia di Putin ma l'articolo 265 del codice penale, ancora in vigore in Italia, sul "disfattismo"
    8 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Per sconfiggere la guerra, dimostriamo che un altro mondo è possibile
    Pace
    Eirenefest: non solo una fiera di libri, ma soprattutto un ambito di convergenza

    Per sconfiggere la guerra, dimostriamo che un altro mondo è possibile

    Mancano pochi giorni al via del primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza, un mega evento che si terrà a Roma dal 2 al 5 giugno prossimi: un tentativo di sfidare le radici della guerra - egoismo, violenza, sopraffazione - coltivando, tutti insieme, una convergenza di valori opposti.
    22 maggio 2022 - Olivier Turquet
  • Lo sfondone di George W. Bush smaschera la guerra in Iraq e dà ragione a Assange
    Conflitti
    Putin: il nuovo Bush?

    Lo sfondone di George W. Bush smaschera la guerra in Iraq e dà ragione a Assange

    Commettendo ciò che molti giornali chiamano “il lapsus freudiano del secolo”, l’ex presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, ha inavvertitamente definito la propria invasione dell’Iraq nel 2003 come “ingiustificata e brutale.” Proprio ciò che Julian Assange aveva rivelato 12 anni fa.
    23 maggio 2022 - Patrick Boylan
  • Il 20 maggio i lavoratori e le realtà sociali di tutta l’Italia scioperano per dire NO alla guerra
    Pace
    Affollata assemblea preparativa a Roma

    Il 20 maggio i lavoratori e le realtà sociali di tutta l’Italia scioperano per dire NO alla guerra

    “Il padronato vuole comprarci col bonus governativo di €200? Se li metta in quel posto”, ha tuonato un rappresentante sindacale. “Noi, il 20, scioperiamo contro la sua guerra che causa inflazione, aumento di prezzi, cassa integrazione nelle industrie vulnerabili, tagli alla sanità e ai servizi".
    8 maggio 2022 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)