CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Google, dove sono i miei dati?

    La posta elettronica di Gmail, e i documenti personali scritti con GoogleApps, sono archiviati su server sotto la giurisdizione statunitense
    27 marzo 2008 - Francesco Iannuzzelli
  • tendenze

    Il futuro del web è scritto nelle nuvole

    Centri di calcolo Migliaia di pc interconnessi che lavorano come un supercomputer. L'altra faccia dei servizi web
    22 novembre 2007 - Raffaele Mastrolonardo
  • Archiviazione

    Microsoft contro tutti nella lotta sui formati

    L'Iso rimanda a ottobre la patente per Open Xml, ultima possibilità per Bill Gates di mantenere la proprietà sullo standard «.doc» nell'epoca dei formati aperti
    13 settembre 2007 - Raffaele Mastrolonardo
  • Lo sostiene il Los Angeles Times

    "Bill Gates investe sugli inquinatori e poi fa beneficenza"

    Nella giornata di presentazione della nuova Xbox Microsoft un'inchiesta giornalistica solleva dubbi sulla beneficenza di Bill Gates e della moglie. Sotto accusa gli investimenti nello stabilimento dell´Eni, a Ebocha in Nigeria, che vomita sulla popolazione 250 sostanze altamente tossiche, approfittando della inesistente sorveglianza ambientale delle autorità. Secondo i medici di quella zona, asma, bronchite cronica, altre malattie respiratorie sono endemiche. «Qui fumiamo tutti, senza mai accendere una sigaretta» dice una madre.
    Marco Pratellesi
L'azienda di Bill Gates doveva mettersi in regola con la sentenza del 2004 ma non ha fornito i dati su Windows in grado di tutelare la concorrenza

Ultimatum europeo alla Microsoft "Ancora 5 settimane, poi la multa"

In assenza di risposte scatterà la sanzione di 2 milioni di euro al giorno
La replica del colosso informatico: "Così ci clonano, faremo ricorso"
23 dicembre 2005 - Repubblica.It

BRUXELLES - Il tempo è scaduto, Microsoft non si è mossa e ora la Commissione europea si appresta a multare il colosso informatico per violazione delle regole europee sulla concorrenza. Un ultimo avviso diretto all'azienda di Bill Gates è partito oggi da Bruxelles. E' scaduto il termine del 15 dicembre per fornire informazioni sul suo sistema operativo che permettano, "in tempi ragionevoli", alle società concorrenti di lavorare con Windows.

"Ho dato a Microsoft ogni opportunità per conformarsi ai suoi doveri - ha ribadito la Commissaria europea alla Concorrenza Neelie Kroes - invece sono stata lasciata senza alcuna alternativa che non sia di procedere al percorso formale per garantire la conformità di Microsoft".

A questo punto per evitare una sanzione di 2 milioni di euro al giorno (che avrebbe valore retroattivo dal 15 dicembre) la società di Gates dovrà far arrivare alla Commissione una giustificazione soddisfacente entro cinque settimane. La decisione di sanzionare Microsoft risale al 2004 quando l'allora Commissario alla concorrenza Mario Monti stabilì che il colosso informatico aveva violato le regole del trattato Ue sull'abuso di posizione dominante.

All'ultimatum della Commissione, il gigante Usa del software ha risposto annunciando che farà ricorso in appello contro le "ingiustificate" sanzioni minacciate dall'Unione Europea. Le informazioni richieste dalla Commissione, secondo l'azienda, rappresenterebbero un passo in grado di "aprire la porta alla produzione di cloni di parti del sistema operativo Windows". "Contesteremo il provvedimento di oggi - ha aggiunto ancora la Microsoft in un una nota - con tutti i mezzi consentiti dai regolamenti Ue".

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)