CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • F-35

    F-35

    La cinica conclusione nella Relazione speciale sulla partecipazione italiana al Programma F-35 Lightning II della Corte dei conti e la cupa posizione dei sindacati confederali. Di fatto le forze aeree straniere che utilizzano l’F-35 saranno costrette a finanziare con 150 milioni di dollari i laboratori software degli Stati Uniti occupati quasi per il 50% da personale statunitense
    1 settembre 2017 - Rossana De Simone
  • Le bugie sull’Afghanistan
    Nessuna ricostruzione nonostante i 100 miliardi di dollari spesi dagli USA

    Le bugie sull’Afghanistan

    Un triste bilancio sulla missione USA in Afghanistan mentre Trump rilancia e promette "più uomini fino alla vittoria finale"
    24 agosto 2017 - Matthew Hoh
  • New York

    L'era atomica sta per finire - di Alfonso Navarra

    Oggi all'ONU si è varato un Trattato per proibire gli ordigni nucleari.
    7 luglio 2017 - Laura Tussi
  • A New York la riunione ICAN
    Campagna internazionale per la messa al bando delle armi nucleari

    A New York la riunione ICAN

    La mattina di mercoledi 6 luglio affollata riunione dell’ICAN, con quasi un centinaio di partecipanti e molti interventi. La linea che è emersa definisce prioritario il portare a casa il Trattato di fronte alle pressioni ed ai ricatti che crescono per arenare la proibizione giuridica delle armi nucleari.
    6 luglio 2017 - Alfonso Navarra

Allarme nucleare mondiale: scomparsi HD a Los Alamos

19 luglio 2004 - Programmazione.It

Quella che vi racconterò è una storia di inefficienza e superficialità, di inettitudine e trascuratezza, una storia americana scoperta da americani, che mette a rischio l'intero globo terrestre.
La storia si svolge a Los Alamos nel New Mexico dove ha sede l'omonino Laboratorio Nazionale.

A Los Alamos si studia l'energia nucleare sotto la supervisione dell'Università della California, che a sua volta lavora per la NNSSA, l'Amministrazione per la sicurezza nucleare nazionale del Dipartimento Americano dell'Energia. A Los Alamos si sviluppano le più moderne tecnologie in grado di accrescere la sicurezza e l'affidalità delle armi nucleari.

Da ieri, a Los Alamos, la sicurezza e l'affidabilità delle armi nucleari sono state messe seriamente in discussione.
Venerdì scorso gli Ufficiali del laboratorio hanno ammesso che due hard disk removibili, forse contenenti segreti sulle armi di distruzione di massa, sono scomparsi, volatilizzati.

Dove? Non lo sappiamo.
Per quale motivo ? Non lo sappiamo.
Chi li ha presi ? Non lo sappiamo.
Una cosa però sappiamo: Non è la prima volta che succede!

Già nel dicembre 2003, Pete Nanos, il direttore del laboratorio, aveva messo sotto inchiesta 10 impiegati per la scomparsa di 10 dischi. In maggio altri dischi decidono di evadere dal New Mexico. Sarebbe comico se non fosse tragico. Ieri un ultimo colpo di scena. Gli hard disk removibili scomparsi il 9 luglio non erano due, ma 4.
Perché le autorità parlavano solo di due?

Un watchdog group americano (per watchdog group si intendono gruppi liberi di specialisti che monitorano le attività di organi del governo e non), il Pogo, Project on Govermnent Oversight, suppone che i due hd, scomparsi e tornati miracolosamente dopo un paio di ore, contenessero i dati di esperimenti nucleari segretissimi.
Le Autorità si sono affrettate a dichiarare che i 2 hd non contenevano niente di speciale.
La sicurezza è un concetto importante su cui riflettere.
Le falle di Explorer, i buchi di Mozilla mettono in pericolo i nostri dati; le falle di Los Alamos, i buchi di Los Alamos mettono in pericolo l'umanità.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)