Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Armi chimiche indistruttibili

U.S.A. e Russia hanno dichiarato recentemente che non riusciranno a rispettare la data del 29 Aprile 2007, stabilita dalla convenzione sulle armi chimiche per la distruzione degli arsenali chimici in loro possesso. Le giustificazioni della Russia sono semplici, non hanno abbastanza soldi per distruggere le armi chimiche. Quelle degli U.S.A.sono un po' piu complesse ed evidenziano la gravita' del problema. E' evidente che mantenere immagazzinate da qualche parte le loro 32.000 tonnellate di gas nervino e altri veleni rappresenta comunque un pericolo, come il recente incendio nei pressi di Los Alamos dimostra. Ma distruggerle sembra ancor piu' difficile e pericoloso; le associazioni ambientaliste hanno fatto notare come le procedure stabilite per l'incenerimento sono rischiose perche' rilasciano nell'aria dei componenti a loro volta tossici, e perche' comunque questo non mette al riparo da rischi di fughe durante l'operazione. Infatti si sono verificati due incidenti in questo mese presso l'inceneritore di Tooele (Utah), con il rilascio accidentale di gas nervino nell'ambiente. Sono stati ipotizzati altri metodi di distruzione dell'arsenale chimico statunitense, che pero' a loro volta generano altri agenti chimici a loro volta pericolosi e da distruggere. In alternativa c'e' anche il rischio di innescare altre reazioni chimiche o addirittura esplosioni se le procedure non vengono svolte con enormi precauzioni. La situazione appare quasi paradossale: le superpotenze che hanno percorso la folle via degli armamenti chimici, pur avendo compreso che sono da abbandonare e da distruggere, ora non sanno neanche come fare a distruggerli.

Articoli correlati

  • AI - La nuova corsa agli armamenti
    Disarmo
    Intelligenza artificiale e armi autonome

    AI - La nuova corsa agli armamenti

    USA e Cina, e non solo, gareggiano sul fronte pericoloso della delega delle operazioni militari a sistemi autonomi in contesti sempre più complessi, come i combattimenti in volo
    3 dicembre 2020 - Francesco Iannuzzelli
  • TPAN: depositata interrogazione parlamentare sulla mancata firma dell'Italia
    Disarmo
    il nostro paese ospita testate nucleari

    TPAN: depositata interrogazione parlamentare sulla mancata firma dell'Italia

    Il “nuclear sharing” in Italia si traduce nel dare ospitalità a decine di testate nucleare statunitensi
    25 novembre 2020 - Rossana De Simone
  • La bambina e la gang
    Pace
    Razzismo negli Usa

    La bambina e la gang

    Aveva sei anni e solo con la scorta riusciva a entrare in classe. Nel 1960 Ruby Bridges fu la prima afroamericana della sua scuola a New Orleans. All'esterno, una combriccola aggressiva le faceva la posta, un gruppo di donne ostili le rese la vita un inferno
    22 novembre 2020 - Jasmin Lörchner
  • USA e... getta una nuova luce!
    Sociale
    Elezioni oltreoceano

    USA e... getta una nuova luce!

    Non trascurabile, inoltre, il numero di donne elette. Chissà se siamo finalmente in presenza della svolta buona per una politica più giusta per uomini e donne, per le etnie e comunità che rappresentano, per le fedi vive che professano.
    10 novembre 2020 - Virginia Mariani
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)