Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Lo chiede l'Angesol (Associazione nazionale genitori dei soldati)

"Giustizia per il soldato Lorenzo Miccoli"

Il giovane militare è morto nel '95 a 20 anni nel reparto ematologia di Pesaro.
22 luglio 2004
News del 08/08/02, 15:02

L' Associazione nazionale genitori dei soldati in servizio obbligatorio di leva torna a chiedere, in un appello al presidente della Repubblica e al ministro della Difesa, che venga riconosciuta la pensione privilegiata ai familiari di Lorenzo Miccoli, il giovane militare morto nel '95 a 20 anni, nel reparto ematologia di Pesaro, per una leucemia acuta linfoblastica. Ancora non del tutto chiare, peraltro, le cause della morte, sopraggiunta per un' epatite da virus Epstein-Barr, per accertare le quali il padre del giovane aveva chiesto più volte una riapertura dell' inchiesta, dopo le nove morti da epatite B avvenute nello stesso reparto diretto all' epoca dal prof. Guido Lucarelli (per quest' ultima vicenda assolto dall' accusa di omicidio colposo plurimo). Nell'appello, l' Angesol richiama anche questi fatti e ripropone le presunte negligenze dei medici dell' infermeria della caserma dove il ventenne era stato inizalmente ricoverato. Ma il caso Miccoli nel suo complesso, comprese le eventuali responsabilità dell' ospedale pesarese, era stato archiviato dalla magistratura pesarese, che non aveva ravvisato condotte penalmente rilevanti. L' associazione chiede ora che alla famiglia venga riconosciuta la pensione, in quanto i Miccoli - originari della provincia di Taranto - si trovano "in una sotuazione economica grave, tanto da dover ricorrere ai servizi sociali".

Articoli correlati

  • A Taranto il film “Mittal, il volto nascosto dell’Impero”, dibattito con Edouard Martin
    Taranto Sociale
    Il 14 novembre sarà presentato e moderato da Alessio Giannone alias Pinuccio

    A Taranto il film “Mittal, il volto nascosto dell’Impero”, dibattito con Edouard Martin

    Edouard Martin - una figura centrale del documentario di Jérôme Fritel - sarà presente alla proiezione. Lavoratore siderurgico e poi sindacalista di CDFT, è stato l’icona della lotta operaia dei siti ArcelorMittal in Francia.
    26 ottobre 2019
  • Mittal, il film
    Cultura
    Davanti ai cancelli del cimitero la gente si è accalcata per vedere la storia di Mittal

    Mittal, il film

    Ieri a Taranto è stato un successo la proiezione del film "Mittal, il volto nascosto dell'Impero". Ne emerge una scalata industriale e finanziaria implacabile. Il regista fa emergere da questa storia di globalizzazione un'immagine predatoria che non fa ben sperare per il futuro di Taranto
    18 settembre 2019 - Alessandro Marescotti
  • Una figlia racconta l'amore per la terra di suo padre che poi ha dovuto combattere la diossina
    Taranto Sociale
    Per qualcuno l'amore per la terra è una vocazione

    Una figlia racconta l'amore per la terra di suo padre che poi ha dovuto combattere la diossina

    Don Angelo Fornaro è il proprietario della Masseria Carmine, una delle sette danneggiate dalla diossina. E' presente a tutte le udienze del processo "Ambiente svenduto" che deriva anche da un suo esposto. Il 13 luglio 2019 ha compiuto 85 anni e sua figlia ha voluto raccontare la sua storia.
    21 luglio 2019 - Rosanna Fornaro
  • "La salute non è d'acciaio. Il caso ILVA"
    Ecologia
    Peacelink Common Library

    "La salute non è d'acciaio. Il caso ILVA"

    Questa tesi di laurea di Nicola Petrilli è aggiornata agli ultimi eventi che hanno caratterizzato la fabbrica dopo l'avvento del governo "giallo-verde". Viene analizzata la società civile tarantina e i suoi "cittadini reattivi", mettendo in luce le difficoltà di ArcelorMittal a Taranto
    8 luglio 2019
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)