Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

    La rapida ritirata dei ghiacciai della Groenlandia suggerisce che il cambiamento climatico è un ormai un dato di fatto

    Gli scienziati: I ghiacciai della Groenlandia si stanno ritirando

    12 dicembre 2005 - Alicia Chang
    Fonte: Source: Associated Press
    Visto Su www.radiokcentrale.it/
    Link:http://www.radiokcentrale.it/articolinuovaera/itapiece120.htm
    12.12.05

    Due dei più grandi ghiacciai della Groenlandia si stanno ritirando ad una velocità allarmante, il più verosimilmente a causa del riscaldamento globale, hanno detto gli scienziati Mercoledì scorso. L’altro ghiacciaio, Helheim, si sta ritirando di circa 7 miglia all’anno, dalle 4 miglia all’anno durante lo stesso periodo.

    “E’ un tasso di crescita piuttosto sconcertante,” ha detto Hamilton durante l’incontro annuale della American Geophysical Union.

    I ghiacciai giocano un ruolo prioritario nello scaricare acqua negli oceani. E’ stato stimato che nel corso del secolo scorso il livello dei mari sia cresciuto a livello globale dai 4 fino agli 8 pollici a causa dei ghiacciai in scioglimento e del ghiaccio polare – un livello sufficiente a far sì che alcuni luoghi si ritrovino sott’acqua durante le alte maree o durante tempeste particolarmente intense.

    Lo scioglimento del ghiaccio della Groenlandia e la caduta di iceberg dai ghiacciai sono responsabili per circa il 7 per cento della crescita annuale nel livello globale dei mari.

    Con frequenza si attribuisce il fenomeno dei ghiacciai in ritirata in tutto il mondo al riscaldamento globale. La rapida ritirata dei ghiacciai della Groenlandia suggerisce che il cambiamento climatico è un dato di fatto, ha detto Hamilton.

    Nel frattempo, uno dei ghiacciai che si sta sciogliendo più velocemente in Nord America ha raggiunto il punto di mezzo nel proprio processo di disintegrazione e continuerà a ritirarsi per altre due decadi.

    In Alaska il ghiacciaio Columbia – che ha quasi la stessa estensione di Los Angeles – si è ristretto di 9 miglia dagli anni 80. Ci si aspetta che perda altre 9 miglia del proprio volume nel corso dei prossimi 15 / 20 anni prima che il letto del ghiacciaio si sollevi al di sopra del livello del mare.

    Comprendere che cosa succede durante la ritirata del ghiacciaio dell’Alaska potrebbe aiutare a spiegare il fenomeno che è in atto in Groenlandia, ha detto Tad Pfeffer, direttore associato all’ Institute of Arctic and Alpine della Università del Colorado.

    Pfeffer ha detto che il trend del riscaldamento nel cambiamento climatico non spiega direttamente il restringersi del ghiacciaio Columbia e degli altri ghiacciai. Invece, gli scienziati pensano che la ritirata sia provocata da un lento trend di riscaldamento che è cominciato cinque secoli fa.

    Il significativo restringimento del ghiacciaio Columbia si pensa possa essere causato da enormi pezzi di iceberg che si distaccano a causa della pressione dell’acqua del mare piuttosto che al riscaldamento globale, ha detto Pfeffer.

    Il ghiacciaio, che è spesso fino a 3000 piedi, si è ristretto fino a 1300 piedi in alcuni punti durante gli ultimi 2 secoli.

    Note:

    Pollice= 2.54 cm
    Miglio=1.609 metri
    Piede=0.3048 metri

    Traduzione a cura di MEeektro

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)