Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

    Nasce in India il movimento dei semi originari

    Amrita Bhoomi- Pianeta Immortale

    27 settembre 2006 - Davide Ranzini
    Fonte: 17 aprile 2006

    Chamarajanagar

    Un migliaio di contadini provenienti da tutta l'India, hanno percorso centinaia di chilometri, con mezzi di fortuna, per partecipare alla FESTA INTERNAZIONALE DEI SEMI che si è svolta il 17 aprile, Giornata Mondiale dei Contadini, al Centro Internazionale per lo Sviluppo Sostenibile AMRITA BHOOMI - PIANETA IMMORTALE nel Distretto di Chamarajnagar - Stato del Karnataka. Il Centro AMRITA BHOOMI è nato con l'attiva partecipazione dell'Associazione SUM - Stati Uniti del Mondo che ha sede in Italia. La Festa è stata organizzata per inaugurare la Banca dei semi originari, uno degli obiettivi principali del Progetto AMRITA BHOOMI, e per far comprendere ai contadini che solo coltivando i loro semi originari, senza utilizzare OGM, pesticidi, erbicidi e concimi chimici, potranno uscire dalla spirale della dipendenza dalle multinazionali e dell'usura e tornare ad essere autosufficienti. Anche vari membri dell'Associazione SUM e alcuni rappresentanti di organizzazioni di contadini provenienti da varie parti del mondo hanno partecipato alla Festa dei Semi.
    Mysore 18 - 19 aprile 2006
    In una sala dell'Università di Mysore, città del Karnataka che si trova a circa 60 chilometri dal Centro AMRITA BHOOMI, si è tenuto, il 18 e 19 aprile, il Simposio Internazionale “Semi e Biotecnologie in Agricoltura”, anch'esso organizzato dal Centro AMRITA BHOOMI. Erano presenti circa 300 persone provenienti da tutto il mondo, con una significativa rappresentanza di organizzazioni di contadini indiani.
    Ha aperto la serie degli interventi Devinder Sharma, fondatore del Forum per la Bio-tecnologia e la Sicurezza Alimentare che, dopo aver descritto la crisi dell'agricoltura in India causata dalla rivoluzione verde e aggravata dall'introduzione dei semi OGM che hanno fatto aumentare il numero dei suicidi, ha invitato i contadini a dare inizio al Satyagraha dei semi attraverso l'AMRITA BHOOMI (“Satyagraha” è il nome dato da Gandhi alla disobbedienza civile non-violenta. Esso significa “Lotta per la Verità”). Così come il Mahatma Gandhi ha organizzato il Satyagraha del sale contro gli inglesi, l'AMRITA BHOOMI organizzerà il Satyagraha dei semi originari affinché i contadini non acquistino più i semi ibridi e OGM dalle multinazionali e possano conquistare la libertà di scambiare e vendere i semi originari.
    Hanno partecipato al Simposio anche gli scienziati indipendenti, ex ricercatori al Rowett Institute di Aberdeen (Inghilterra), Dr. Arpad Pusztai, che ha esposto i risultati dei suoi studi sugli effetti nocivi dei cibi OGM sulla salute e Dr. Susan Bardocz che ha parlato dei danni causati dall'agricoltura chimica e dagli OGM indicando l'agricoltura biologica come unica strada percorribile per il futuro.
    Un rappresentante del Movimento per la Protezione dei Semi Originari Locali dello Sri Lanka, dopo aver parlato del loro lavoro per salvare, conservare, produrre e distribuire i semi di 100 varietà originarie di riso, ha donato al Centro Amrita Bhoomi alcuni semi originari con un gesto pubblico molto importante e significativo, perché la legge vieta lo scambio dei semi.
    Ha chiuso la serie degli interventi Subhash Palekar, leader del Movimento dell'Agricoltura naturale in India, che sta coinvolgendo un numero crescente di contadini. L'agricoltura naturale, oltre a non utilizzare le sostanze chimiche, esclude anche la lavorazione del terreno. Non richiede alcun investimento e fa aumentare la quantità dei raccolti, permettendo così ai contadini di essere autosufficienti facendo rinascere la Madre Terra. Subash Palekar ha indicato nel Centro AMRITA BHOOMI il sistema parallelo, l'alternativa attraverso la quale i contadini indiani possono combattere le multinazionali.

    Il Centro si propone infatti di diventare un punto di riferimento, di informazione e di aiuto ai contadini che - dopo aver fatto l'esperienza dell'agricoltura chimica utilizzando semi ibridi e transgenici, con gravi conseguenze per la loro economia, per la loro salute e per l'ambiente - vogliono tornare a praticare l'agricoltura biologica e/o naturale utilizzando i semi originari locali. Per questo l'obiettivo principale del Centro AMRITA BHOOMI è la salvaguardia, la produzione e la distribuzione di semi locali puri, non ibridi e non manipolati geneticamente, che i contadini possono conservare ogni anno per la semina successiva, un patrimonio preziosissimo non solo per i contadini indiani, ma per tutta l'umanità.

    Nei tre giorni della Festa dei Semi e del Simposio il Centro ha confermato la sua capacità di essere un vero punto di riferimento per tutti coloro che vogliono agire nel modo giusto contro gli OGM, l'inquinamento e la speculazione sulla vita e sulla salute dell'Umanità, anche attraverso azioni di disobbedienza civile non violenta che l'India ha imparato dal Mahatma Gandhi e dal Prof. M.D.Nanjundaswamy, fondatore dell'Organizzazione dei contadini del Karnataka, scomparso due anni fa, insieme al quale l'Associazione SUM ha ideato e fondato il Centro Amrita Bhoomi.
    L'attiva partecipazione dell'Associazione SUM al Progetto Amrita Bhoomi nasce dalla consapevolezza che tutto è collegato, tutto è interdipendente, tutto è UNO. Nel suo discorso di apertura della Festa dei Semi, Daniela Comendulli, presidente dell'Associazione SUM, ha detto: “Oggi è un giorno importante per tutti gli abitanti della Terra, tutti quanti, senza divisione di colore, ideologie, caste, religioni, siamo uniti in un unico Progetto, l'AMRITA BHOOMI, faro di luce nel mondo, quale modello, esempio alternativo ad un sistema che non ci sta portando alla vita, alla gioia di esistere, come dovrebbe essere, bensì alla morte, infatti ci sono nel mondo troppe guerre, ingiustizie e miserie. L'uomo deve riappropriarsi della sua vita, dei suoi diritti di vivere in pace e autosufficiente. Porteremo in Italia e in Europa quanto oggi testimoniamo, perché si sappia che, se si vuole, oggi l'alternativa c'è, un modello di vita a cui tutti possiamo riferirci c'è. Il Centro AMRITA BHOOMI è il seme di un Mondo Nuovo fondato sulla collaborazione e sul rispetto per la natura e per tutti gli esseri viventi. È unico al mondo nel suo genere perché ha fatto sua la DICHIARAZIONE DEL SUM la quale indica le soluzioni per risolvere alle cause i vari problemi che affliggono l'Umanità.”
    L'associazione SUM invita tutti a collaborare affinchè il Centro AMRITA BHOOMI che si sta realizzando nel Karnataka possa crescere e svilupparsi rapidamente e il modello Amrita Bhoomi-Pianeta Immortale possa moltiplicarsi ovunque per proteggere la salute e la vita di noi tutti.

    Per sapere come fare per aiutarci a concretizzare più velocemente il Progetto “AMRITA BHOOMI - PIANETA IMMORTALE” rivolgersi a Associazione S.U.M. - Stati Uniti del Mondo - Casella Postale n° 4 - 73024 MAGLIE (Le) - tel/fax 0836/484851 www.associazionesum.it e-mail: statiunitidelmondo@tin.it
    A cura dell'Associazione S.U.M. - Stati Uniti del Mondo

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)