Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

Ha chiuso il "Salone del Gusto"

Gli Orfani di Terra Madre

28 ottobre 2004
Massimo Gramellini
Fonte: www.lastampa.it
28.10.04

Terra Madre Dei cinquemila contadini di «Terra madre» giunti in Piemonte dagli angoli spesso più affamati del pianeta, ben quattromilanovecentonovanta sono rientrati nei Paesi d'origine. Forse è una sorpresa, di sicuro una notizia. La storia dei raduni mondiali, Giochi Olimpici e non solo, è intessuta di fughe, sparizioni e rifugi sotto l'ombrello dell'asilo politico. Nei decenni della guerra fredda una delle armi migliori della propaganda occidentale fu la semplice e incontestabile annotazione che erano sempre i cittadini dell'Est a cercare riparo all'Ovest e mai viceversa.

Quattromilanovecentonovanta. Ne rimangono dieci, dal Camerun. Dieci coltivatori di arachidi di Moussourtouk: ospiti di un convitto salesiano a Oulx e scomparsi senza neanche portarsi appresso i bagagli. Può darsi che l'incontro con la forte comunità camerunense italiana gli abbia fatto balenare uno scenario alternativo alle arachidi.
Come non si può escludere che pensieri analoghi abbiano attraversato la mente di un povero pastore del Tagikistan, che non avendo però una comunità tagika a cui appoggiarsi se n'è tornato lemme lemme ai suoi pascoli. Rimane in ogni caso l'eccezionalità di un ammutinamento così sporadico. Ci piace attribuirne il merito alla dignità che la terra, persino quando è avara, sa offrire a coloro che la lavorano. A parità di miseria, se i cinquemila di «Terra Madre» avessero cucito jeans o palloni, le defezioni avrebbero sfiorato il tutto esaurito.
 

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.19 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)