Budget UE per i corpi civili ancora fermo

Alessandro Rossi (European Development officer - Nonviolent Peaceforce)
Fonte: Nonviolent Peaceforce - Bruxelles office
- newsletter Pacedifesa ottobre 2004 -
www.nonviolentpeaceforce.org - www.pacedifesa.org

Budget UE per i corpi civili ancora fermo

Il Parlamento Europeo, l'anno scorso, ha approvato una nuova linea di budget, "Voluntary technical assistance programme – Preparatory action", che grazie a un subemendemanto potrebbe essere lo spiraglio con cui finanziare prime missioni di corpi civili di pace. La Commissione pero', visto che la definizione di tale linea è obiettivamente confusa e sarebbe difficile da gestire, ha fatto rimbalzare il dossier tra gli uffici, e ora è atterrato in direzione F di Europaid - "siamo lontani dal bando perchè è ancora in corso la discussione interna", secondo il funzionario che se ne interssa. Insomma, il pericolo di insabbiamento è concreto, cosi' come aspra è stata in passato la discussione tra ONG (umanitarie contro "conflict
prevention") sull'ambiguità di questa linea di budget e dell'articolo 223 della Costituzione Europea cui s'ispira, che mischia esigenza di coinvolgimento diretto dei giovani con operazioni rischiose e da preparare professionalmente.

Settembre 2004

Per ulteriori info: arossi@nonviolentpeaceforce.org

Articoli correlati

  • Il ruolo profetico mondiale di papa Francesco
    Pace
    Estratto dal saggio "Coronavirus: dove porta la sua Arca papa Francesco-Noé?"

    Il ruolo profetico mondiale di papa Francesco

    Allegato a questa pagina web vi è il saggio completo centrato su un nuovo rapporto fra etica e politica nella prospettiva di costruire una nuova coscienza storica in relazione ai drammatici problemi della nostra epoca.
    8 gennaio 2022 - Antonino Drago
  • Mai più l’arma nucleare
    Pace
    Per l’Appello di Stoccolma si realizzò la campagna più estesa dei partigiani della pace nel mondo

    Mai più l’arma nucleare

    Nell’Appello di Stoccolma i partigiani della pace proclamano: “Noi esigiamo l’assoluto divieto dell’arma atomica. Noi consideriamo che il governo il quale utilizzasse contro qualsiasi paese l’arma atomica, commetterebbe un crimine contro l’umanità e dovrà essere considerato come criminale di guerra"
    7 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Nobel e intellettuali partigiani della pace, ieri e oggi
    Disarmo
    Rivista.eco rilancia l'appello dei 50 Premi Nobel per la riduzione delle spese militari nel mondo

    Nobel e intellettuali partigiani della pace, ieri e oggi

    Un appello di oltre 50 premi Nobel e diversi presidenti di accademie della scienza nazionali per la riduzione della spesa militare che, a livello globale, è quasi raddoppiata dal 2000 ad oggi, arrivando a sfiorare i duemila miliardi di dollari statunitensi l’anno
    21 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Premio speciale per la Pace e i diritti dell'infanzia
    Sociale
    La cerimonia si è svolta presso l'auditorium "De Franchis" nella sede di Alife - Caserta

    Premio speciale per la Pace e i diritti dell'infanzia

    I figli di Stefania Formicola, vittima di femminicidio, ricevono il "Premio speciale per la Pace e i diritti dell'infanzia". Agnese Ginocchio, ha presentato un proprio brano dal titolo "E' tempo di pensare...", dedicato alla prima “Giornata Internazionale delle coscienze” indetta dall’ONU
    17 dicembre 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)