Pericolo nucleare nel mare di Napoli!

Sabato 19 luglio ore 10:30 manifestazione in spiaggia davanti alla rotonda Diaz. Costume e bandiera della pace.
19 luglio 2008
Matteo Della Torre (Casa per la nonviolenza, associazione di ispirazione gandhiana)

Pubblichiamo la notizia della manifestazone per il disarmo organizzata a Napoli dal Comitato Pace, Disarmo e Smilitarizzazione.

Sommergibile atomico

Nel Golfo di Napoli si è trasferito il Comando della Sesta Flotta della Marina Militare statunitense per il controllo di Europa, Asia (Medio Oriente) e Africa. Ora si trasferiranno anche i sommergibili stazionati alla Maddalena (dove hanno chiuso la base). Il porto di Napoli diverrà il primo della black list - appoggio per sottomarini nucleari e portaerei, da qui partono e partiranno sempre più spesso per le operazioni di guerra.
Questi mezzi trasportano armi atomiche ed hanno motori a propulsione nucleare, cioè hanno una centrale nucleare a bordo.

In caso di incidente la radioattività contaminerà tutto il Golfo. Negli Stati Uniti i mezzi navali nucleari non possono attraccare nei porti civili.
Le legge italiana prevede che vi sia almeno un PIANO DI EVACUAZIONE DELLA POPOLAZIONE, ma la Prefettura di Napoli non l’ha mai reso pubblico PROBABILMENTE NON ESISTE!

Chiederemo a tutti i cittadini di proteggere l’incolumità loro e della loro famiglia scrivendo, telefonando o mandando un fax direttamente al Prefetto e/ al Sindaco perché facciano le prove di evacuazione per incidente nucleare.

Comitato Pace, Disarmo e Smilitarizzazione


Per info:
Sito: www.pacedisarmo.org
Mail: info@pacedisarmo.org
Tel. 3337361675; 3346224313

Articoli correlati

  • Scuola. Il viaggio senza fine
    Pace
    Esperienze di educazione alla pace

    Scuola. Il viaggio senza fine

    A scuola è necessario imparare a riconoscere e gestire anche la parte emotiva dell’apprendimento: stati d'animo, insicurezza, esigenza di supporto da parte dell'adulto, sofferenza psichica, disagio emotivo.
    9 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • Riflessioni di un obiettore di coscienza e di una attivista
    Pace
    Ricorda Calamandrei: basta guerre, distruzioni, viviamo in altri modi e mondi possibili

    Riflessioni di un obiettore di coscienza e di una attivista

    Dalla Seconda Guerra Mondiale, al processo di Norimberga, dai movimenti per la nonviolenza e il disarmo, fino a arrivare alle Università per la Pace
    12 dicembre 2020 - Laura Tussi
  • L’Agenda delle idee
    Cittadinanza
    A scuola con Agenda Onu 2030

    L’Agenda delle idee

    Progetti di sviluppo dell’educazione all’attivismo partecipativo in base agli obiettivi di Agenda Onu 2030
    5 dicembre 2020 - Laura Tussi
  • Esperienze di attivismo: dialoghi con Laura Tussi
    Pace
    Attivismo di pace e nonviolenza

    Esperienze di attivismo: dialoghi con Laura Tussi

    Lavorare in rete, tessere complicità e punti di forza con tutti i compagni di viaggio in cammino verso la pace e la nonviolenza
    14 novembre 2020 - Fabrizio Cracolici
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)