Latina

Honduras: comunicato di solidarietà a sostegno della lotta in Guatemala contro il TLC

16 marzo 2005
COPINH


Il Consiglio civico delle Organizzazioni Popolari e Indigene dell'Honduras (COPINH), di fronte all'eroica lotta del popolo guatemalteco contro la decisione autoritaria del Congresso Nazionale di ratificare il TLC con gli Stati Uniti, che asseconda le multinazionali, il potere esecutivo, i rappresentati diplomatici U.S.A. e le altre potenze del blocco locale e mondiale, e di fronte alla brutale repressione avviata dalla polizia e dall'esercito, comunica quanto segue:
1- Esprimiamo ancora una volta la nostra solidarietà e ammirazione per l'eroica lotta del popolo guatemalteco, organizzato nel movimento popolare contro il TLC imposto dagli Stati Uniti ai paesi dell'America Centrale.
2- Condanniamo la brutale repressione di cui è vittima la popolazione del Guatemala, che si è concretizzata nell'assassinio di due patrioti da parte dell'esercito, fatti a cui si sommano l'emissione di ordini di cattura contro validi dirigenti del movimento sociale, il gran numero di feriti per mano di agenti governativi e le manovre di persecuzione e incarcerazione contro manifestanti pacifici, come nel caso di Colotenango.
3- Vogliamo inoltre fare un appello urgente alla comunità internazionale ripudiando la brutale repressione perpetrata dallo stato guatemalteco contro la popolazione organizzata che lotta per legittima difesa di fronte a un TLC che avrà molte conseguenze negative, quali l'indebolimento della produzione, la disoccupazione e l'aumento dei prezzi dei medicinali. Intendiamo inviare comunicati, organizzare mobilitazioni davanti alle sedi diplomatiche del governo guatemalteco, sporgere denunce internazionali, effettuare azioni di boicottaggio nei confronti del governo del Guatemala, ed agire con qualsiasi mezzo al fine di evitare il ripetersi dei massacri perpetrati nella storia contro la popolazione guatemalteca.
4- Condanniamo il Presidente Oscar Berger e gli altri membri del governo guatemalteco per aver violato i diritti umani dei nostri fratelli e sorelle del popolo del Guatemala.
5- Il COPINH intende restare costantemente aggiornato sugli eventi in questo paese ed è pronto ad intraprendere opportune manifestazioni di solidarietà.
Con la forza ancestrale di Iselaca, Mota, Etempica e Lempira si alzano le nostre voci di Giustizia, Libertà e Pace.

Intibucà, 16 Marzo 2005

Note: Traduzione di Daniela Napoli per www.peacelink.it
Il testo e' liberamente utilizzabile a scopi non commerciali citando le fonti, l'autore e il traduttore

Articoli correlati

  • Guatemala: la vita impossibile dei giornalisti comunitari
    Latina
    Norma Sancir, da nove anni, attende di essere scagionata dalle accuse di “disordine pubblico”

    Guatemala: la vita impossibile dei giornalisti comunitari

    Arrestata nel 2014 mentre copriva una protesta degli indigeni maya, in qualità di operatrice dell’informazione comunitaria, la giornalista si è sempre battuta per i diritti della popolazione maya ch´ortí´, denunciandone gli abusi da parte dello stato guatemalteco.
    18 marzo 2024 - David Lifodi
  • Non dimenticare Berta
    Latina
    Honduras

    Non dimenticare Berta

    Nell'ottavo anniversario della sua 'siembra'. Non dimenticare Berta significa non dimenticare che, ogni anno, nel mondo, vengono assassinati centinaia di difensori della terra, dei territori e dei beni comuni.
    6 marzo 2024 - Giorgio Trucchi
  • Segnali di cambiamento
    Latina
    Guatemala

    Segnali di cambiamento

    Ex procuratore per i diritti umani analizza i primi giorni del nuovo governo
    7 febbraio 2024 - Giorgio Trucchi
  • Due anni di Xiomara
    Latina
    Honduras

    Due anni di Xiomara

    Molto è stato fatto, molto resta ancora da fare
    6 febbraio 2024 - Giorgio Trucchi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)